Sidigas Avellino, Fesenko vicino alla conferma

Il giocatore potrebbe essere riconfermato anche per la prossima stagione con la maglia dei bianco-verdi di Stefano Sacripanti

Procede a vele spiegate il mercato della Scandone Avellino. Dopo aver completato il pacchetto play (FitipaldoFilloy) e quello degli esterni (RichWellsScrubb e con D’Ercole in attesa solo di redigere il contratto), il ds Alberani sta lavorando alacremente per implementare il roster in vista di una stagione che si preannuncia molto lunga e difficile, con la competitività del campionato che si è innalzata pesantemente dopo il mercato sontuoso messo in atto dalla neopromossa Bologna e da Torino, che andranno ad aggiungersi nel novero della squadre in lizza per i quartieri alti della classifica (le già rodate Venezia, Milano, Sassari e Trento, senza tralasciare la “solita” Reggio Emilia).

Appare lapalissiano come Avellino debba completare il roster con giocatori di assoluto livello per restare competitiva e riconfermarsi nell’elite del basket italiano e, perchè no, europeo. Oltre agli spot sopracitati già completati, alla Sidigas mancano tre tasselli per riempire il mosaico. Nel ruolo di “4” Andrea Zerini sarà bianco-verde per il secondo anno consecutivo. L’ufficialità era arrivata martedì via social da parte del suo agente, a cui ha fatto seguito quella della società in mattinata.

Insieme a Zerini, anche Maarten Leunen dovrebbe continuare il suo percorso all’ombra del Partenio. L’ala grande di Vancouver ricopre un ruolo fondamentale in campo e nello spogliatoio e la sua conferma è vista di buon grado da tutti i componenti del mondo Scandone. L’unico deterrente che al momento sta ritardando l’accordo riguarda il suo status di extracomunitario. Alla Scandone, dopo Rich e Wells, è rimasto solo uno spot per firmare un USA e prima di procedere con la firma di Leunen, il ds Alberani vuole vederci chiaro sul fronte lunghi.

L’idea della società, infatti, è quella di firmare due lunghi comunitari, ma non si esclude a priori l’ipotesi di andare su un americano se il mercato offrisse un’opportunità irrinunciabile (Julian Wright?). Al momento però, le attenzioni del ds Alberani sono rivolte tutte su due giocatori comunitari: Kryvlo Fesenko e Premysaw Karnowski. I due centri hanno caratteristiche simili e, al momento, sono alternativi. Uno esclude l’altro. Fesenko è il prescelto, Karnowski l’alternativa.

I contatti con il centro ucraino sono sempre più fitti e filtra forte ottimismo sul buon esito della trattativa. Il numero 44 ha abbassato le sue alte pretese e ha espresso il forte desiderio di restare ad Avellino, in quanto l’empatia creatasi con il pubblico e la città stanno giocando un ruolo chiave nella sua scelta. Nel caso in cui, difficilmente, la trattativa si arenasse, la Sidigas si tufferebbe su Karnowski, centrone polacco di cui si parla benissimo. Rispetto a Fesenko ha meno esperienza e sarebbe una scommessa, ma gli addetti ai lavori assicurano che il ragazzo, potenzialmente, è un giocatore da NBA.

Oltre Fesenko (o Karnowski) la Sidigas ha intenzione di completare il reparto lunghi con un giocatore con caratteristiche diverse rispetto al duo sopracitato. Con Mbawke accasatosi a Torino, il preferito è Jarrod Jones, l’anno scorso dominante a Pesaro. Jones è americano ma possiede un importante passaporto ungherese che gli consentirebbe di essere tesserato come Cotonou. È un centro meno possente ma più agile e tecnico. Sarebbe perfettamente complementare con un Fesenko o Karnowski.

Se la Scandone riuscirà nell’intento di accaparrarsi le prestazioni del duo Fesenko-Jones, si candiderà prepotentemente per vivere una stagione da protagonista. Il mercato è in fermento, non ci resta che attendere….