Sidigas Avellino-Openjobmetis Varese: Sacripanti: “Gara difficile”

Il coach della Sidigas Avellino Stefano Sacripanti, ha parlato, questa mattina, in conferenza stampa a due giorni dalla sfida contro la Openjobmetis Varese, che si disputerà domenica pomeriggio alle ore 18:15, al PaladelMauro, valevole per la 21° giornata della Lega Basket Serie A.

Il coach irpino ha dichiarato: “Da adesso in avanti per noi ogni partita diventerà una finale. Domenica affronteremo una squadra che lotterà per la salvezza, quindi sarà sicuramente una gara difficile. Varese può contare su grandi elementi come Anosike e Pellè. Dobbiamo giocare con maggiore energia rispetto alle ultime uscite. Io non credo che sia un caso che le prime hanno perse tutte in trasferta, anzi questo ci deve far riflettere e stare in guardia“.

Inoltre ha parlato così dell’attuale situazione in classifica della Scandone: “Il gap dei punti si sta accorciando. Sassari sta pian piano risalendo la classifica, così come Reggio Emilia, e subito sotto c’è Venezia. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere il miglio piazzamento possibile. La classifica è corta e dobbiamo lottare per ottenere il miglior piazzamento fino alla fine del campionato“.

Inoltre ha commentato la sconfitta in Champions League subita contro Venezia: “La partita è stata più controllata. Io credo che la partita di coppa è andata bene. Potevamo fare meglio nell’ultimo quarto. Credo che ogni sconfitta sia un fatto fisiologico. Attualmente siamo in corsa su tutto. Ora serve la carica dei nostri tifosi. Io credo che mercoledì possiamo ribaltare il risultato“.

Inoltre un commento sulla situazione infortunati: “Le emergenze vanno affrontate bene e tamponate e questo i miei giocatori lo sanno molto bene. L’emergenza viene tamponata come abbiamo fatto noi, basti pensare alla partita con Milano. Leunen e Green non sono giù di forma. E’ chiaro abbiamo bisogno di loro, soprattutto vista la mancanza di un lungo. Zerini a Venezia era un po’ debilitato in quel ruolo“.

Inoltre, un commento su Marco Cusin, ancora alle prese con l’infortunio: “Cusin ci manca. Il nostro gioco è stato costruito su lui e Fesenko, la squadra in questo momento lo ha sostituito al meglio. Speriamo di recuperarlo tra il 15 e il 20 marzo“.

Infine ha commentato così le prime uscite, con la maglia della Sidigas, di David Logan: “E’ un grande giocatore, a Brescia ha giocato bene. A Venezia un po’ sotto tono. Passo dopo passo possiamo recuperarlo al meglio. Domenica gli aspetta un compito delicato sia in difesa che in attacco“.