Sidigas Avellino, Sacripanti: “Brescia ha una sua identità, esame importante”

Esame importante per la Sidigas Avellino di coach Sacripanti, che domenica riprende il campionato a Brescia, per mettersi definitivamente alle spalle la delusione Coppa Italia. Di fronte al roster biancoverde ci sarà la Leonessa Brescia, squadra temibile, rognosa ed omogenea nella composizione del roster.

Andiamo a giocare una partita molto difficile su un campo importante come quello di Brescia che sta facendo un grande campionato con una squadra esperta che ha in Luca Vitali il centro del gioco.” ha detto Sacripanti, dando delle indicazioni importanti su chi verrà guardato a vista nel tentativo di troncare la fonte del gioco dei lombardi: “Riesce a mettere in ritmo Moore, Moss, Landry, Burns. E’ sicuramente una formazione con una sua identità, un suo stile di gioco e una difesa che si adatta sempre al gioco dell’avversario. Poi c’è un pubblico che dà una grande carica. Ci aspetta un esame importante».

Su come la squadra arriva all’appuntamento, dopo una Coppa Italia che ha mostrato qualche crepa da un punto di visto fisico ed energico con i veterani Green e Leunen che son parsi stanchi ed i problemi fisici di Ragland e Cusin che non hanno certamente aiutato a sopperire a tali mancanze, Sacripanti ha proferito: “Siamo sempre in emergenza sul lungo con Cusin che sta facendo riabilitazione mentre la spalla di Ragland va verso la guarigione. Stimoli tecnici, mentali e psicologici ci sono, dobbiamo dare il massimo.”

La nota lieta della partita sarà sicuramente l’esordio in canotta biancoverde di David Logan. A tal proposito, il coach biancoverde ha voluto analizzare e condividere pubblicamente a che punto è l’inserimento del fuoriclasse americano nei meccanismi della squadra: “Siamo in un momento particolare perché c’è l’inserimento di David Logan e gli aggiustamenti che comporta la sua aggiunta nei nostri giochi d’attacco e di difesa. Dobbiamo rivedere, limare e cambiare qualcosa sul lato guardie. E’ stata una buona settimana per cominciare a provare nuove situazioni e poi era obbligo nostro mettere a proprio agio il nuovo giocatore.

Ovviamente, come già ampiamente annunciato nelle scorse settimane, l’arrivo di Logan comporta che una delle guardie attualmente a disposizione deve accomodarsi in tribuna per far posto all’ultimo arrivato, dato che la regola sui tesseramenti non permette alla Scandone di avere tutti disponibili contemporaneamente. Al riguardo, il coach ha glissato su chi potrebbe non essere della contesa domenica. “Abbiamo fino a domenica mattina, potrebbe essere Obasohan, Randolph, vediamo anche le condizioni di Ragland e decidiamo. Non abbiamo questa fretta».

Infine, non è mancata la classica domanda su se, con l’aggiunta di Logan, l’asticella degli obiettivi si sia alzata considerevolmente. Lapidaria la risposta di Sacripanti: “L’acquisto di Logan è stata una bella risposta da parte della nostra proprietà. Non siamo gli unici ad esserci rinforzati anche se noi abbiamo operato solo una scelta sul mercato. Probabilmente è perché abbiamo operato bene in estate. L’obiettivo rimane quello di migliorarci partita dopo partita, alla fine tireremo le somme”.

Ricominciare con una vittoria sarebbe sicuramente di buon auspicio, per un finale di stagione da vivere tutto d’un fiato. Siamo nella fase decisiva. Sidigas Avellino, è il tuo momento. Dimostra il tuo valore.