Sidigas Avellino, vittoria di platino a Tenerife (Champions League)

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Sidigas Avellino espugna il fortino spagnolo di Tenerife e si qualifica per la fase successiva della Champions League. Prestazione importante quella degli uomini di Sacripanti che dopo un primo tempo avulso e difficoltoso sono stati artefici di un secondo tempo meraviglioso, dove Tenerife è stato messo all’angolo per lunghi tratti.

Violare questo palazzetto era impresa ardua alla vigilia, ma gli uomini in canotta biancoverde hanno dato ancora una volta una dimostrazione di forza, mostrando caparbietà e lucidità anche nei momenti più complicati quando la partita sembrava incanalarsi sui binari spagnoli. Con questa vittoria la Sidigas mette anche una pietra tombale sulla partita di andata, quando Tenerife vinse in modo immeritato al culmine di una partita dominata dalla Scandone ed ottiene la più classica delle vendette con la differenza che questa volta la V per vendetta si é tramutata in V per vittoria. Sugli scudi Ragland, Thomas e Fesenko, decisivi nella grande rimonta attuata nel secondo tempo. Ma è a tutta la squadra a cui bisogna fare un grande encomio.

Per la prima volta nella sua storia l’Avellino del basket si qualifica per il turno successivo in una competizione europea ed il merito va suddiviso tra tutti i componenti, a partire dallo staff dirigenziale per arrivare a quello tecnico ed ai giocatori. Adesso godiamoci questa ennesima impresa dei ragazzi, al resto (Torino prima, Utena poi) ci penseremo da domani. Avanti così.