Sossio Aruta a Uomini e Donne, quando disse: “Mai Avellino”

Dal campo di calcio alla Tv, passando per il campo di calcio in Tv. La nuova vita di Sossio Aruta, calciatore diventato famoso per la sua partecipazione al programma “Campioni, il sogno”, è a “Uomini e Donne”, la trasmissione di Maria De Filippi in onda tutti i giorni su canale 5.

Ad Avellino, però, il Re Leone – così lo chiamavano – è diventato famoso per altro. Famoso, non ben voluto, di certo. Perché nella sua lunga carriera da calciatore – ha giocato in tutte le categorie, tranne la serie A – Aruta è stato una vera e propria bestia nera per i Lupi.

In tutta la sua carriera, infatti, ha bucato per ben quattro volte il portiere biancoverde di turno. La prima conoscenza con l’attaccante di Castellammare di Stabia, l’Avellino la fece nel lontano 1997-1998. Aruta segnò su rigore nel 3-2 finale di Fermana-Avellino – il primo tempo si concluse 3-0 con relativa invasione di campo – e a fine partita disse: “Centomila volte Fermo, ma mai Avellino”.

“L’amore” tra il Re Leone e l’Avellino, insomma, scoppiò quel giorno. E due anni dopo, campionato 1999-2000, il bomber continuò a farsi odiare dai tifosi avellinesi, segnando nel pesante 4-0 che l’Avellino subì dall’Ascoli. Finita? Neanche per sogno.

Perché la “ciliegina sulla torta”, doppia, Aruta la regalò nella stagione dopo. Gol dell’1-1 al Santa Colomba in Benevento-Avellino e altra rete, fortunatamente ininfluente per il 2-1 finale, nel derby di ritorno.

Nel 2005, poi, il Re Leone passò al Cervia di Ciccio Graziani e di “Campioni”, prima di far ritorno nelle serie minori e di collezionare un’esperienza nel campionato di sanmarinese. Ora ecco la nuova esperienza, ancora in tv, con Maria De Filippi e “Uomini e Donne”.

Con la certezza che tra le sue corteggiatrici non ci sarà mai qualche avellinese.

Leggi anche: