Spezia-Avellino, Terzi: “Lupi in crisi, riscattiamoci”

Nella serata di ieri, lo Spezia di Bjelica ha incassato una sonora batosta al “Manuzzi” di Cesena, contro la corazzata di Drago. Nel post-partita, a metterci la faccia è stato il capitano degli aquilotti Claudio Terzi, che, ai microfoni del sito ufficiale dello Spezia Calcio, ha commentato così la prestazione a dir poco negativa contro una diretta concorrente per la promozione: “Dispiace per il risultato e la prestazione di questa sera, volevamo vincere. Questa partita ci insegna che dobbiamo ancora lavorare tanto e che non si possono prendere tali imbarcate quando sei in inferiorità numerica”.

A cambiare la partita è stato un errore arbitrale: “Nonostante loro avessero pareggiato nel finale di primo tempo, nella ripresa siamo entrati con la giusta voglia e volevamo riscattarci. Il Cesena ha trovato il secondo gol con Garritano al termine di una bella azione, ma a chiudere i conti è stato il penalty inesistente che ha concesso l’arbitro, il quale ha anche espulso Postigo, tagliandoci le gambe”.

Dopo un 5-1 così pesante, è necessario riprendere a lavorare e voltare subito pagina: “Ora non dobbiamo abbatterci, ma pensare subito a riscattarci contro l’Avellino, un avversario che ha fame di punti, ma noi vogliamo far vedere che il risultato di oggi è solo un episodio, un passo falso che può accadere durante una lunga stagione. I tifosi? Hanno capito ancora una volta che l’impegno non è mancato, e l’hanno sottolineato con un applauso nonostante la batosta. E’ bello sentirli vicini anche al termine di sfide così, pertanto è un motivo in più per tornare a vincere con l’Avellino”.

TUTTO SU SPEZIA-AVELLINO