Stadio Partenio-Lombardi, la nota dell’U.S. Avellino

La nota è stata diramata in seguito alle dichiarazioni dell'assessore Valentino

La Questione dello stadio Partenio-Lombardi è ormai sempre più terreno di scontro tra U.S.Avellino e Comune della città capoluogo. In relazione alle ultime dichiarazioni dell’Assessore al Patrimonio Valentino, la società biancoverde ha diramato una nota ufficiale che vi riportiamo integralmente.

L’U.S. Avellino, per tramite del prof. Pietro Schiavone, legale che sta seguendo la pratica con il Comune di Avellino relativa allo stadio “Partenio-Lombardi”, rende noto che “Le dichiarazioni rilasciate dall’assessore Paola Valentino sono giuridicamente pleonastiche e relazionalmente inopportune. Infatti, tali affermazioni nulla aggiungono a quanto le parti hanno ampiamente e con estrema precisione stabilito per iscritto nel Protocollo d’Intesa firmato il 21 aprile 2017 e, a seguito del quale il Comune ha chiesto una proroga per completare i propri adempimenti fino al 23 maggio 2017. Le estemporanee dichiarazioni dell’assessore Valentino sono dovute ad una sua esigenza di visibilità, che intende ottenere  parlando dell’Avellino calcio, sono dovute al suo desiderio di inasprire inutilmente e unilateralmente gli animi o a cosa altro?”.

L’unica cosa certa è, che mai come questa volta, lo scontro aveva raggiunto toni così aspri. La questione tra l’altro dovrà essere risolta a breve, perché, al momento dell’iscrizione al campionato di Serie B 2017-18, dovrà essere comunicato l’impianto dove giocare le partite interne, e al momento non sembra così scontato che questo sia il Partenio.