Stadio Partenio, tra Avellino e Comune rischio arbitrato

Aggiornamenti sulla faccenda dello Stadio Partenio, dove vede contrapposti il Comune e la società bianco-verde

Lo scontro tra il Comune e l’U. S. Avellino, inerente alla questione dello Stadio Partenio-Lombardi potrebbe essere risolta dall’Arbitrato, ovvero un organo preposto per il controllo economico per verificare l’ammontare dei lavori effettuati per l’ammodernamento dell’impianto situato in Via Zoccolari.

Ricordiamo che la questione è nata dal fatto che il Comune di Avellino, ha chiesto al club bianco-verde circa 800 mila euro per il rinnovo della convezione. Cifra che, il patron Walter Taccone, non ha alcuna intenzione di pagare. Questo ha suscitato forti dichiarazioni da parte del primo cittadino del capoluogo irpino Paolo Foti e dell’Assessore al patrimonio Paola Valentino.

La faccenda è ancora lunga e tortuosa. Quindi non è escluso la nomina da parte di un giudice ad un perito per affidare il caso all’Arbitrato.

Questione che lascia, a tutti i tifosi dell’Avellino, con il fiato sospeso, e rischia di vedere le gare casalinghe della squadra lontana dal Partenio e che ha frenato le vendite degli abbonamenti per il Campionato di Serie B 2017/2018, che, attualmente, sono a quota 250.

La cosa più paradossale, a questo punto, e che ci sono richieste di altre squadre di disputare, in questo impianto, le prime gare della prossima stagione, quali il Frosinone e la Juve Stabia, che milita nel Campionato di Lega Pro.