Stadio: su facebook nasce il gruppo “Ridateci il Partenio-Lombardi”

La querelle stadio in casa Avellino continua a tenere banco e inizia a diventare una situazione alquanto preoccupante per i tifosi biancoverdi che potrebbero dover migrare per le prima gare casalinghe allo stadio San Francesco di Nocera Inferiore, compatibilmente con gli impegni della formazione rossonera in caso di promozione in serie cadetta.

Al momento servirebbe 1 milione di euro per tutti i lavori da mettere a punto per l’impianto di via Zoccolari, tra cui messa a norma dei settori dello stadio, servizi igienici, terreno di gioco, controllo delle recinzioni e ulteriori telecamere. La preoccupazione della dirigenza è legata all’assenza di una giunta comunale, che con ogni probabilità si avrà soltanto a fine giugno o inizio luglio, quando però la società biancoverde dovrà già presentare alla Lega di serie Bwin un impianto per la prima parte di campionato.StadioPartenioLombardiAvellino

I tifosi però non sono assolutamente d’accordo, come prevedibile, a dover seguire la loro squadra fuori città ritenendo indecorosa e inconcepibile tale situazione, visto che l’Avellino Calcio è un patrimonio dell’intera città: su Facebook i tifosi si stanno già muovendo per chiedere di velocizzare le pratiche per la convenzione ventennale all’A.S. Avellino o quanto meno per scongiurare il pericolo esodo fuori Irpinia dopo aver tanto lottato per la promozione in serie B.

Ovviamente i supporters si astengono dal coinvolgere nel gruppo creato sul social network candidati alle prossime elezioni amministrative, a conferma che la politica della città irpina non ha dato alcuna fiducia alla popolazione e chissà mai se riuscirà a darla.

Leggi anche –> Avellino, le prime gare della B a Nocera? di Alessio Martella