Statistiche Avellino: secondo la media voto Terracciano il migliore

Un Avellino sorprendente quello di questo inizio di stagione. La squadra di Rastelli dopo 12 giornate di campionato si trova al quarto posto in classifica con 21 punti. Alzi la mano chi si aspettava questo piazzamento ad agosto. Che i lupi mantengano o no questo andamento fino a fine stagione lo possiamo soltanto sperare. Per adesso ci godiamo il momento positivo della squadra che sta deliziando i tifosi biancoverdi. Il tecnico Massimo Rastelli è stato superlativo nel costruire una squadra compatta ed unita, un gruppo di giocatori che lotta dal primo al novantesimo minuto, senza mai mollare. La forza dell’Avellino è proprio questa. Tuttavia, abbiamo deciso di analizzare i singoli calciatori e di stilare una curiosa classifica, attraverso la media voto. Il migliore, secondo questa classificazione, risulta essere Pietro Terracciano. Il portiere ex Catania è diventato titolare dopo l’infortunio occorso ad Andrea Seculin. Grazie alle sue parate l’Avellino ha spesso ottenuto un risultato positivo, e Terracciano è diventato il nuovo numero 1 dell’Avellino.

mariano arini centrocampista

Dietro di lui c’è Mariano Arini. Il centrocampista è un pò in calo in queste ultime uscite. Nell’ultima partita casalinga contro il Palermo ha commesso un errore elementare, ma in tutte le altre sfide ha messo i suoi polmoni al servizio della squadra ed è stato sempre un mastino a centrocampo. Sul gradino più basso del podio troviamo Davide Zappacosta. L’esterno destro biancoverde è sicuramente il giocatore migliore dell’undici di Rastelli. Il top player già cercato da tante squadre di Serie A. Zappacosta si è guadagnato anche la convocazione nella Nazionale Under 21 di Gigi Di Biagio ed è diventato l’idolo dei tifosi. Subito dietro si piazzano a pari merito Luigi Castaldo e Angelo D’Angelo. Il primo è un giocatore fondamentale per lo scacchiere del mister, colui che svaria su tutto il fronte offensivo ed è decisivo in zona gol, sia quando deve realizzarli, sia quando deve sacrificarsi per i compagni. La sua assenza si è fatta sentire contro il Palermo, con l’Avellino che non è riuscito mai a rendersi davvero pericoloso. Capitan D’Angelo, invece, ha già segnato 2 gol in questo campionato, ed è il simbolo della rinascita biancoverde. Dalla Serie D alla Serie B, sta dimostrando di poter colmare le sue lacune tecniche grazie al cuore che mette in campo. Note di merito anche per Izzo, Fabbro e Pisacane. Un’altra forza dei lupi è sicuramente la difesa solida. Quando i tre sono in campo l’Avellino subisce pochissimo. Tra i tre difensori quello con la media voto più alta è il giovane scugnizzo napoletano Izzo, che sta diventando un vero e proprio leader. Un pò più staccati troviamo Eros Schiavon ed Andrey Galabinov. Entrambi pagano la discontinuità, con il bulgaro che nelle prime partite di campionato non era ancora al top della forma.

zappacosta izzo avellino

Non tutti però raggiungono la sufficienza. Ci sono anche le note dolenti. Il peggiore in queste prima dodici giornate è stato Eric Herrera. Il panamense, nonostante abbia giocato poco e nulla, ha sempre deluso le aspettative e sembra non essere all’altezza della Serie B. Anche Andrea Soncin sta deludendo. Un solo gol, tra l’altro a partita già chiusa contro il Carpi, non è abbastanza. Dal Cobra ci si aspettava qualcosina in più ma, come per Galabinov, bisogna avere pazienza. Si mantengono sotto la sufficienza anche Pape Dia ed Andrea De Vito, così come Emiliano Massimo che paga a caro prezzo l’errore di Siena. Da prendere con le pinze la media voto di chi ha avuto poche chance di mettersi in mostra, come Millesi, Biancolino, Abero e Togni. Ingiudicabile Federico Angiulli, che ha giocato troppo poco.

Ecco la classifica completa in base alla media voto dopo 12 giornate di campionato:

  • Terracciano 6.77
  • Arini 6.59
  • Zappacosta 6.55
  • D’Angelo e Castaldo 6.5
  • Izzo 6.45
  • Pisacane 6.4
  • Fabbro 6.33
  • Schiavon e Galabinov 6.2
  • Peccarisi 6.1
  • Millesi, Seculin e Biancolino 6
  • Bittante 5.95
  • Massimo 5.8
  • Soncin 5.7
  • De Vito 5.62
  • Togni 5.6
  • Abero e Pape Dia 5.5
  • Herrera 5
  • Angiulli e Di Masi s.v.

Leggi anche –> Avellino, Taccone: “Il nostro obiettivo resta la salvezza”

Leggi anche –> Allenamenti Avellino, il programma della settimana