Taccone: “Novellino? Spero non ce lo rubino come Rastelli”

Il presidente ha parlato a OttoChannel 696 in occasione dell'inaugurazione del campo di Montemiletto

 “Novellino? Spero non ce lo rubino come Rastelli”. Così Walter Taccone ai microfoni di OttoChannel 696, ieri prima dell’inaugurazione del nuovo campo in erba sintetica. L’Avellino ha poi battuto la Primavera in amichevole per 6-0, ma la partita è quasi passata in secondo piano, per la presenza dell’ex portiere biancoverde Tacconi e della dirigenza irpina al gran completo.

Grande presenza anche del pubblico di Montemiletto, che Taccone ha voluto così ringraziare: “Dobbiamo fare in modo che tanti tifosi della provincia si appassionino sempre di più all’Avellino. Ogni volta che andiamo in provincia abbiamo sempre tanti tifosi, senza nulla togliere ai tifosi di Avellino, è una bellissima giornata di sport”.

Quindi si parla di Novellino. Spiega Taccone: “Lui è un po’ schivo, ma è uno di noi, capisce l’ambiente in cui viviamo, tutta la provincia vuole che rimane, spero che qualcuno non ce lo rubi con dall’alto come successo con Rastelli”.

Una battuta sul campo di Montemiletto: “Se dovessimo avere delle difficoltà in futuro con lo stadio Partenio per quanto riguarda le strutture, non escludo che potremmo venire qui a Montemiletto, ovviamente aumentando la capienza”.

Infine sulla partita di domenica: “A Terni è sicuramente una partita difficile, anche se sono ultimi in classifica, la posizione in classifica non rispecchia il loro valore. Noi non siamo in difficoltà come loro, ma teoricamente potremmo andarci se perdessimo. Poi abbiamo due partite difficilissime contro Spal e Frosinone, ma ora dobbiamo concentrarci sulla Ternana.

Conclude: “Abbiamo fermato il Verona, non vedo perché non potremmo battere anche le altre due, dobbiamo fare punti per mantenere la categoria”.