Taccone sul Nuovo Stadio dell’Avellino: “Non tirerò fuori più un euro”

Il presidente Walter Taccone a muso duro contro il Comune di Avellino, parlando del progetto nuovo stadio “Partenio-Lombardi” nella trasmissione A pranzo con in onda su Sport Channel: “Se non mi fanno spazientire, mi fanno passare la voglia, cosa più che possibile visto che qualche mattina si sveglia un’oca giuliva e parla per sentito dire… Noi abbiamo una convenzione con il Comune di Avellino che scade fra due anni. Quindi il problema di rifare lo stadio non ce l’ho, ma va messo a norma entro giugno 2015. Io non tirerò più fuori un euro, o mi danno lo stadio per giocare in Serie A, e ci vogliono minimo 16.000 persone, o dovrò andare a giocare a Napoli, a Benevento, a Nocera. I lavori che interessano lo stadio sono obbligatori, le istituzioni devono prendersi le proprie responsabilità. Se poi dovessero venire con il capo chinato a chiedermi una mano, allora potrei farlo. Ma se devo passare sui giornali come un debitore nei confronti del Comune, non ci sto”.

Sulla realizzazione del nuovo stadio: “Se io presento un progetto evidentemente io ho la copertura per farlo. Io parlo perché leggo le leggi, gli altri parlano per sentito dire”.

TUTTE LE NOTIZIE SUL NUOVO STADIO

Leggi anche: