Ternana-Avellino 4-1: per i lupi è crisi

Pessima la prova della squadra a Terni, con la vittoria che manca ormai da un mese

Crisi. Una parola che i tifosi dell’Avellino ormai non era più abituati a sentire da un po’ di mesi. Invece dopo la batosta contro la Ternana per 4-1, non c’è altra parole che possa definire il momento della squadra di Novellino. Nelle ultime cinque partite, due pareggi e tre sconfitte, con un bilancio di quattro reti e ben tredici subite.

Se contro il Perugia si poteva pensare a una semplice giornata storta, per via della settimana del calcioscommesse e dell’arbitraggio di Manganiello, a Terni non c’è stata storia. Contro l’ultima della classe l’Avellino non è sceso in campo, e ha quindi meritato la sconfitta. In più, con questa batosta la squadra biancoverde ha anche ridato speranze di salvezza alla stessa Ternana, che aveva perso 11 delle ultime 13 partite.

Quali le cause di questa involuzione? Difficile dirlo, anche se alcuni calciatori sembrano palesemente fuori forma, tra cui spicca Verde e Belloni. Chissà che Novellino non decida di fare qualche cambio all’undici base, che è stato praticamente lo stesso negli ultimi due mesi. C’è da dire inoltre che la questione del calcioscommesse sembra avere destabilizzato la squadra: il crollo è iniziato nella gara contro il Perugia del 4 Marzo, il giorno dopo la richiesta di sette punti di penalizzazione (anche se l’udienza dovrà essere rifatta il 7 Aprile).

C’è però poco tempo per pensare: già venerdì si scenderà di nuovo in campo. Al Partenio alle ore 19.00 arriverà la Spal, che è stata battuta nello scontro diretto dal Frosinone, che tra l’altro riceverà l’Avellino nel turno successivo, lunedì 3 Aprile. Due impegni durissimi, tanto che la società sta valutando l’ipotesi ritiro.

Insomma, il calendario non aiuta certo gli uomini di Novellino a uscire da questa crisi, che complica non poco gli ultimi due mesi di campionato. Ora più che mai però, i tifosi devono stare vicino alla squadra, perché la salvezza è l’unica cosa conta per l’Avellino.