Ternana-Avellino, Maglione: “Partita cruciale per i lupi”

L'ex dirigente dell'Avellino ha parlato della sfida di domenica e della questione penalizzazione

“Quella contro la Ternana è una partita cruciale per il campionato dell’Avellino”. Parola di Francesco Maglione, nel corso de “Il Pomeriggio da Supereroi” a Radio Punto Nuovo. L’ex dirigente dei lupi e oggi vice presidente del Melfi, sottolinea l’importanza della prossima sfida per la squadra di Novellino, che si troverà di fronte l’ultima in classifica.

Si parte dall’argomento Penalizzazione:E’ una eventualità, ma sono molto fiducioso per il lavoro dell’avvocato Chiacchio, secondo me l’Avellino ne può uscire completamente illeso, mentre invece per altre squadre le penalizzazioni sono certe. Il Latina potrebbe avere addirittura difficoltà per finire la stagione.

Quindi aggiunge: “A maggiore ragione la partita di Terni è importante, l’Avellino si potrebbe mettere alle spalle definitivamente quattro-cinque squadre, anche perché non credo alla rimonta del Trapani, e vivere così un finale di campionato più tranquillo”.

Sulla partita contro il Novara: “L’Avellino ha sofferto nella prima frazione mentre, nel secondo tempo, ha dominato sotto il profilo caratteriale e agonistico. Ha conquistato un punto contro la squadra che, in questa fase, ha la migliore condizione psicofisica, un ottimo viatico per affrontare la sfida più delicata della stagione”.

Due parole anche sulla lotta per la promozione in Serie A:Il Benevento sta calando ma continuerà a lottare per la promozione diretta, il Bari continua sciupare occasioni. Poi ci sono tante squadre che ancora non si riesce a delineare l’obiettivo, come per esempio la Salernitana”. 

Aggiunge: “L’Avellino domenica può dare la stoccata definitiva alla Ternana, Pisa e Latina difficilmente si salveranno per i problemi societari, quindi vincendo si potrà vivere un finale di campionato più tranquillo”.

Quindi conclude su Castaldo, non in un momento eccezionale: “Lui è un ragazzo molto sensibile, si vede che non è tranquillo, ma è normale per la questione del calcioscommesse, una squalifica potrebbe troncargli la carriera. Inoltre, quest’anno non è al centro del progetto e ne sta risentendo”.