Trapani-Avellino, alla scoperta dei prossimi avversari dei Lupi

Lunedì l’Avellino sarà impegnato nel posticipo conclusivo della ventiquattresima giornata del campionato di Serie B, nella quale affronteranno al “Provinciale” il Trapani guidati dal tecnico Alessandro Calori.

Sarà un vero e proprio scontro salvezza contro la squadra granata che, fanalino di coda, sta, lentamente risalendo la china.

I numeri che accomunano le due squadre sono le dieci sconfitte subite da entrambe in questa parte di torneo, mentre sul fronte delle vittorie, la statistica sorride più ai Lupi che ai siciliani, con sei successi biancoverdi a fronte di tre siciliani. Nella casella dei pareggi è il Trapani ad aver collezionato più segni X con dieci pari ottenuti a fronte dei sette avellinesi.

Al “Provinciale” si affronteranno anche la peggior difesa della Serie B, quella trapanese, con 33 gol subiti, e il terzo peggior attacco, quello biancoverde, con sole 19 marcature (il primato appartiene, in questo senso, al Vicenza, squadra che ha totalizzato solo 17 gol).

All’andata, al “Partenio – Lombardi“, la gara terminò con uno 0-0, ma da allora le squadre hanno cambiato profilo: su entrambe le panchine siede una nuova guida tecnica: via Serse Cosmi dal Trapani, trascinatore nella scorsa stagione, dei siciliani in una cavalcata play off fermata solamente dal Pescara e via Domenico Toscano dalla panchina irpina, accusato di un gioco poco chiaro e di carenza di risultati. Oggi, al loro posto, guidano le due squadre Alessandro Calori, con il quale il Trapani ha ottenuto due vittorie, due pareggi e due sconfitte e Walter Novellino, con cui l’Avellino ha cambiato modulo e conquistato più punti, soprattutto in trasferta in quel di Brescia.

Anche il calciomercato ha cambiato il profilo di entrambe le squadre, ma per quello che riguarda il Trapani hanno abbandonato la Sicilia i vari Colombatto (destinazione Cagliari), De Cenco (ceduto al Padova), Scozzarella (spedito a Parma), Petkovic (ceduto al Bologna), Figliomeni (andato al Foggia), Balasa (tornato alla Roma che lo ha girato in Romania), Sparacello (ceduto alla Pistoiese) e Farelli (trasferitosi all’Arezzo). Sono arrivati, al contrario il portiere Mirko Pigliacelli dal Pescara, il difensore Stefano Cason dall’Atalanta, i centrocampisti Fausto Rossi (svincolato, ex Juventus), Federico Maracchi dalla Feralpi Salò e già in gol nell’ultima vittoria contro la Pro Vercelli, l’esterno Lamin Jallow dal Chievo Verona.

Abbandonato il 5-3-2 di Serse Cosmi, il Trapani di Calori gioca, solitamente, con un 4-3-1-2 che vede Pigliacelli tra i pali; Fazio, Pagliarulo, Kresic ell’ex Avellino Visconti in difesa; Maracchi, Rossi e Barillà a centrocampo; Nizzetto sulla trequarti dietro le punte Citro e Coronado.