Una Canzone Per… l’esplosione di Benjamin Mokulu

UNA CANZONE PER… – Il brusco stop di Crotone non ha per niente fermato la corsa dell’Avellino, che nell’ultima giornata ha battuto tra le mura amiche il Latina con un secco 3-1. Grande prestazione degli uomini di Tesser, i quali, con questi tre punti, si riportano al centro della classifica, a soli tre punti dalla zona play-off. Protagonista assoluto della giornata è stato, senza dubbio, la prima punta belga Benjamin Mokulu, autore di una doppietta e un assist. Finalmente, la performance di domenica scaccia via tutte le forti perplessità del pubblico biancoverde sull’ex Lokeren, ormai, letteralmente esploso.

ROAR – Esploso grazie alla volontà di migliorare di partita in partita, grazie al suo talento, ma soprattutto, grazie a due ruggiti di puro orgoglio. Per questo sarà proprio Benjamin Mokulu il protagonista del nostro appuntamento settimanale con la rubrica “Una Canzone Per…”. Il brano che abbiamo deciso di attribuirgli è uno dei principali tormentoni dell’autunno 2013. Il suo successo è stato pressoché planetario, e lo capiamo, in particolar modo, dal più di un miliardo di visualizzazioni del videoclip, ambientato nel bel mezzo della giungla e ricco di effetti sonori. Il genere a cui appartiene la nostra canzone è il power pop, ossia, un incrocio tra l’hard rock dei The Who e le melodie pop dei Beatles. Stiamo parlando del capolavoro di Katy Perry, estratto dal celebre album “Prism” e intitolato “Roar”, in italiano, “Ruggire”.

BENJAMIN MOKULU, CENTRAVANTI MODERNO DAL TALENTO CRISTALLINO – Lo ha fatto e come l’attaccante di nazionalità congolese, considerato, ormai, come uno dei migliori talenti della Serie B di quest’anno. Cinque gol in campionato sono il biglietto da visita di Mokulu, centravanti più che mai moderno, ossia, capace di muoversi con destrezza e velocità su tutto il fronte d’attacco. Oltretutto, al giocatore dei lupi non manca nemmeno la tecnica del passaggio millimetrico, del cross preciso. Insomma, non gli mancano un insieme di qualità espresse in tutto e per tutto nella gara contro il Latina. I due gol realizzati sono da bomber puro, mentre l’assist per Trotta è un prelibato cioccolatino, la prestazione è da talento cristallino.

KATY PERRY, LA NUOVA REGINA DEL POP – E’, invece, cristallina e di grande successo la carriera della cantante americana, considerata dai più come la nuova regina del pop. I numeri, del resto, stanno dalla parte sua e “Prism” non è altro che la più grande conferma di quello appena detto. La fama di Katy Perry sta nella sua semplicità condita dall’immancabile tocco di classe della star, ma, in particolare, dalla sua voce limpida e da una estensione vocale fuori dal comune. “Roar” parla di quanto sia importante avere la forza di rialzarsi da soli durante le difficoltà che la vita ci mette davanti. “You held me down, but I got up. I got the eye of the tiger, and you gonna hear me roar.” – “Tu mi spingevi giù, ma sono risalita. Io ho l’occhio della tigre, e tu mi sentirai ruggire.” Eh beh, adesso, tutti quelli che hanno criticato Benjamin Mokulu, dovranno sentirlo ruggire molto spesso.

IL PESCARA E’ GIA’ NEL MIRINO, MOKULU NON VUOLE FERMARSI – La doppietta che ha fatto cadere il Latina è già alle spalle del bomber belga, che ha messo già nel suo mirino la porta dello Stadio Adriatico, nel quale si giocherà Pescara-Avellino. Tra i match della quattordicesima giornata, quello tra gli abruzzesi e gli irpini è, probabilmente, quello più atteso. Sulla carta, i lupi partono con gli sfavori del pronostico, ma con un Mokulu così il compito di espugnare l’Adriatico potrebbe risultare molto più semplice di quanto sembri. Ciò non toglie che tutto l’Avellino debba giocare una gran partita, dimostrando che, con un ruggito dei suoi, nulla gli è precluso in questo campionato. Stesso discorso, oltre che per Mokulu e compagni, non può non valere anche per Parigi e per tutti i suoi abitanti, in lotta, insieme al mondo, contro la terribile ferocia dei terroristi dell’Isis. E allora, ora e per sempre… “Roar!”

Leggi anche:  Precedenti Pescara-Avellino: Statistiche e Curiosità (2015-16)