Valorizzazione Biraschi, Avellino condannato a pagare 72.000 euro

Per l’U.S. Avellino non arrivano buone notizie. La società biancoverde è stata infatti condannata a versare 72.000 euro per la valorizzazione del suo ex difensore Davide Biraschi, ceduto al Genoa lo scorso 31 Agosto. Ma andiamo con ordine per cercare di fare chiarezza in questa vicenda

La questione è relativa all’assegnazione di premi per la convocazione in Nazionale dell’ex difensore biancoverde. Il provvedimento da parte del IV Collegio del Tribunale Federale Nazionale della FIGC, ha respinto il ricorso dell’U.S. Avellino verso l’A.S.D Urbevetere Calcio e della Tor De Cenci per l’assegnazione dei premi di valorizzazione dopo la convocazione in nazionale dell’ex difensore biancoverde per una partita con la Nazionale Under 20 contro la B Italia e due gare con la Nazionale Under 21 prima contro la B Italia e poi quella contro la Francia. In pratica, la società biancoverde dovrà versare la somma di 72.000 euro complessivi alle due società, appunto come premio di valorizzazione

Il giocatore, nato a Roma il 2 luglio del 1994, è arrivato alla società irpina nell’estate del 2015, acquistandolo dal Grosseto. Nella passata stagione con la maglia dei lupi ha collezionato 36 presenze in campionato. Durante la sessione di mercato estiva, il giocatore è stato ceduto al Genoa.