Verona-Spal, Probabili Formazioni (Serie B 2016-17)

Verona-Spal è uno dei due posticipi della 26° giornata del Campionato di Serie B, che si disputerà lunedì sera alle ore 20:30 alla Stadio “Marcantonio Bentegodi”. Una sfida molto interessante tra le due formazioni, non solo perchè sono rispettivamente la terza e la quarta potenza del campionato, ma sono anche i due migliori attacchi.

VERONA: La formazione di Fabio Pecchia, nella scorsa gara, è stata sconfitta allo Stadio Partenio contro l’Avellino per 2-0. Il tecnico di Formia ha di nuovo a disposizione il bomber Gianpaolo Pazzini, che è stato costretto a saltare la sfida in Irpinia dopo esser stato espulso nella gara contro il Benevento, pareggiata 2-2, di due giornate fa. Non sarà invece tra i disponibili, il centrocampista italo-brasiliano Romulo, che ha subito un trauma facciale durante il match contro io bianco-verdi, nella quale dovrà subire un intervento.

Non un periodo facile per la formazione veneta che ha perso il comando ai danni del Frosinone. Nelle ultime cinque giornate ha conquistato soltanto sette punti, frutto di due vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.

SPAL: Gli emiliani guidati da Leonardo Semplici, viene da un successo in trasferta per 3-0 contro la Virtus Entella. Rispetto ai padroni di casa, i bianco-azzurri vengono da un memento molto positivo. Non perdono in campionato dallo scorso 17 dicembre, quando, nell’ultima giornata del girone di andata, è stata sconfitta per 3-0 contro la Pro Vercelli in trasferta. Da dopo quella sconfitta, hanno collezionato rispettivamente 3 vittorie e 3 pareggi.

Eccovi, riportate qui sotto, le probabili formazioni della sfida tra Verona e Spal:

Verona (4-2-3-1): Nicolas; Bianchetti, Caracciolo, Boldor, Souprayen; F. Zuculini, Fossati; Luppi, Bessa, Zaccagni; Pazzini. Allenatore: Fabio Pecchia.

Spal (3-5-2): Meret; Bonifazi, Vicari, Cremonesi; Costa, Arini, Schiattarella, Castagnetti, Lazzari; Antenucci, Floccari. Allenatore: Leonardo Semplici.

Ad arbitrare l’incontro sarà il signor Di Paolo di Avezzano, i guardalinee Bindoni e Rossi, quarto uomo Maggioni.