Vicenza-Avellino 0-0, le pagelle: Omeonga è il faro, Ardemagni spreca

Vicenza-Avellino è terminata per 0-0. I biancoverdi ottengono il primo punto in trasferta, ma recriminano per le occasioni fallite da Ardemagni. Di seguito, le nostre pagelle; Omeonga il migliore dei lupi a nostro giudizio

Radunovic 6,5 – Oggi sembra un altro portiere. Sarà che il ritorno dall’infortunio di Frattali gli avrà messo pressione, ma il portiere in prestito dall’Atalanta è bravo in un paio di occasioni, le uniche in cui il Vicenza trova la porta, Soprattutto sul colpo di testa di Zaccardo.

Gonzalez 6 – Il Vicenza bisogna dirlo, è poca roba in avanti, ma oggi l’uomo di fiducia di Toscano è più sicuro del solito, sbagliando solo una volta nel primo tempo su un cross pericoloso di Bianchi.

Djimsiti 6 – Come Gonzalez, è un po’ più preciso delle ultime uscite, ma l’avversario fa davvero poco per mettere in difficoltà la difesa biancoverde.

Diallo 5,5 – Il classe ’97 ha ancora la fiducia del mister, che crede nel ragazzo arrivato dalla Fiorentina anche se il giovane difensore non dimostra mai davvero la sicurezza che serve nella difesa a 3 già in difficoltà avellinese.

Belloni 6,5 – Ancora una volta è il migliore dei suoi. propositivo in un ruolo che non dovrebbe neanche essergli troppo congeniale, largo a destra nei 5 di centrocampo, in avanti è un fattore importante per i biancoverdi. Va anche vicino al gol. esce per infortunio ad inizio ripresa. Dal 54esimo Donkor 5,5 – Fuori ruolo, largo a destra, pensa più a coprire che ad attaccare. Dietro si comporta abbastanza bene ma in avanti è quasi nullo.

D’Angelo 6 – Un buon Avellino nel primo tempo, sicuramente meglio dell’ultima uscita casalinga con il Cittadella, con capitan D’Angelo che sfrutta tutto il fiato a disposizione, chiudendo quando c’è da difendere e cercando di creare qualcosa quando bisogna attaccare. Nella ripresa perde lucidità e Toscano deve richiamarlo. Dal 63esimo Crecco 6 – Entra bene in partita, cercando di spingere sulla fascia per trovare la testa di Mokulu o Ardemagni. I centravanti dei lupi però non sono in giornata e non è facile servirli al meglio.

Omeonga 7 – Il migliore in campo per distacco. Nel mezzo del centrocampo è bravissimo quando c’è da contrastare gli avversari, anche con le maniere forti, ma è ottimo in fase di impostazione. La palla è al sicuro tra i suoi piedi, bravo a cercare i compagni sulle fasce o in profindità, come quando lancia Ardemagni, che però spreca tutto.

Soumare 6 – Ancora titolare, ormai non sorprende più la scelta di Toscano, che vuole la sua rapidità in mezzo al campo. In fase d’attacco può spaccare il campo in accelerazione e creare buone occasioni. Ci prova e a volte ci riesce, senza però essere troppo preciso quando c’è da concludere o rifinire. Dal 68esimo Jidayi 6 – Si piazza in mezzo al campo per rimpallare gli attacchi del Vicenza, che nel finale ha più voglia di vincere dell’Avellino. Bravo nell’eseguire il compitino.

Asmah 6 – Sugli esterni l’Avellino riesce sempre a rendersi pericoloso. Come Belloni, anche il dirimpettaio mette in mostra tanta spinta e dinamismo, arrivando però meno al cross dell’altro esterno di fascia. Si fa male ma resta in campo per le sostituzioni esaurite dal tecnico biancoverde, continua a lottare quanto può.

Mokulu 5,5 – Si sbatte tantissimo in avanti, correndo intorno al compagno di reparto, si fa vedere anche sulla trequarti per ricevere palla e dà una mano dietro in ripiegamento quando necessario. Troppo poco incisivo però in attacco.

Ardemagni 4,5 – Nel post gara del Cittadella si era scusato per l’errore dal dischetto che costò uno se non tre punti all’Avellino. Ma si aspettava la reazione sul campo che oggi non c’è stata. Anzi, Ardemagni ha sbagliato tutto il possibile, con due occasioni una più incredibile dell’altra. Praticamente annullato da Bogdan, l’Avellino segna pochissimo e lui ha parecchie colpe.

Leggi anche: Vicenza-Avellino 0-0 Risultato Finale