Vicenza-Avellino, Marcello Lippi: “Rastelli è un tecnico furbo”

Nella settimana che porta al big match della trentacinquesima giornata della Serie B 2014-2015 Avellino-Vicenza, è intervenuto ai microfoni del quotidiano Il Mattino l’ex ct della Nazionale italiana Marcello Lippi, che ha commentato così il prossimo turno del campionato cadetto e la situazione attuale delle due squadre che si affronteranno nell’anticipo di venerdì sera: “Non è una gara da dentro o fuori, perchè gli spareggi e le partite fondamentali saranno quelle dei play-off e dovranno essere preparate diversamente. Sarà sicuramente una sfida importante, ma se dovessero pareggiare l’unico a usufruirne sarebbe il Bologna.”

Il tecnico toscano, vincitore di un Mondiale nel 2006 e di una Champions League nel 1996 con la Juve, si è poi soffermato sulla compagine irpina e sui suoi punti di forza: “L’Avellino è una squadra tosta e rognosa, galleggiano nei piani alti della classifica dall’inizio del campionato e ora è il momento più difficile, perchè si capirà chi sarà la più brava a sopportare le pressioni del rush finale. Rastelli? E’ un allenatore molto furbo e sa cosa vuole dai suoi ragazzi. Lui è un valore aggiunto per questo club.”

TUTTO SU VICENZA-AVELLINO