Villanova del Battista, dove sono nati Pippo Franco e Girolamo Panzetta

Dopo aver lasciato Vallesaccarda, rimaniamo ancora nella Baronia e nella Valle dell’Ufìta e ci ritroviamo oggi a Villanova del Battista, posizionata nella parte nord-orientale dell’Irpinia, quasi al confine con la Puglia, domina la valle del torrente Fiumarello e consente la vista dei Monti del Taburno.

Panorama da Villanova del BattistaVillanova del Battista sviluppa il suo territorio in parte su tre colline ed in parte in pianura. Il borgo è immerso nel verde ed è prossimo all’antico bosco dei Cerri ed a quello di S. Pietro, con conifere e latifoglie, fagiani, volpi, lepri, scoiattoli e tassi. Il paese sorge a 742 metri di altitudine e conta circa 2000 abitanti. Il Santo Patrono è S. Giovanni Battista che si festeggia il 24 giugno ed il 27 agosto, con la costruzione del “giglio di paglia”. Altri eventi sono la festa e fiera della Madonna della Neve (5 agosto), la Sagra dei cicatielli (agosto), il festone del 29 agosto, la festa di S. Rocco ad ottobre.

Pippo FrancoVillanova del Battista è un centro agricolo dove prevale la coltivazione cerealicola, anche se non mancano il tabacco e le barbabietole. La pastorizia sopravvive, avendo però perduto l’importanza che ha svolto in passato, tanto che per il diritto di pascolo, gli abitanti di Villanova ebbero una grave e lunga lite con quelli di Flumeri. Sono presenti anche alcune attività artigianali, tra cui la lavorazione del vetro artistico. Il borgo, a causa dei diversi drammatici eventi che ha patito nel corso del tempo, manca di elementi storici o artistici particolarmente attrattivi. Tuttavia, il verde in cui è immerso ed i panorami che offre, ne fanno un luogo ideale per trascorrere una vacanza tranquilla e riposante. La natura, inoltre, offre due interessanti sorgenti nei pressi del paese: in località Macchia di Faratro, troviamo la sorgente sulfureo-ferruginosa utilizzata sia come bevanda e per bagni, mentre l’acqua della sorgente situata in Contrada Fontana dei Salici è oligominerale.

Palazzo-Ciccone-villanova-del-battistaIl comune di Villanova del Battista viene citato, in un documento del XIII secolo col nome di Pulcarino, derivato dal termine bulgari col quale si indicavano le popolazioni balcaniche, distrutto nel XIV secolo, riedificato nel XV dalla famiglia Del Balzo, raso al suolo dal terremoto del 1694, ricostruito e di nuovo distrutto dal sisma del 1930. Il nome Villanova compare nel ‘500, dopo la ricostruzione dei Del Balzo; nel 1862 vi fu aggiunto del Battista in onore del Patrono e per distinguere il paese da altri con lo stesso nome. Appartenne in feudo alle famiglie Del Balzo, Mascambruno, Carafa, Magnacervo, Passero e Ossario.

Palazzo-Iorizzo-villanova-del-battistaL’intero territorio di Villanova del Battista è stato dichiarato montano e pertanto fa parte della Comunità Montana dell’Ufita. Tutta la collina villanovese, come del resto l’intera Irpinia, è ricca di acqua. La campagna circostante è piacevole, coltivata prevalentemente a colture cerealicole, anche se recentemente si vanno sempre più affermando altre colture come quella della barbabietola da zucchero e del tabacco. Il paese, più volte distrutto dai terremoti (1930, 1962 e 1980), è stato sempre ricostruito per la tenacia e la ferrea volontà dei suoi abitanti, ma ciò non ha impedito la perdita della sua identità storica e delle tracce della sua origine; con il tessuto edilizio, infatti, sono andati distrutti atti, documenti, reperti archeologici e, soprattutto un grande patrimonio di uomini.

Chiesa-Santa-Maria-Assunta-villanova-del-battistaLa chiesa di S. Maria Assunta è stata completamente ricostruita dopo i terremoti del 1930 e 1980 e presenta tre ingressi e un’unica navata nella quale sono custoditi due dipinti del XVII secolo appartenenti alla scuola di Luca Giordano: La Caduta di Gesù e La Deposizione. Nelle immediate vicinanze della chiesa di S. Maria Assunta, nel centro di Villanova del Battista, lungo la strada principale, troviamo una bella fontana. Rispetto alla fontana, andando sulla destra si va verso il Palazzo Iorizzo e l’uscita del paese, mentre andando verso sinistra inizia una salita che conduce al Palazzo del vecchio Municipio, ai giardini con scalinata e, più lontano, al Palazzo Ciccone.

Girolamo PanzettaCuriosità di Villanova del Battista: il paese ha dato i natali allo showman Girolamo Panzetta, conduttore televisivo, attore e scrittore italiano che vive in Giappone, dove ormai è una celebrità dalla metà degli anni ’90. Inoltre vi è nato il padre di Pippo Franco, ovvero Felice Pippo.

Con queste curiosità lasciamo Villanova del Battista per darci appuntamento alla prossima settimana a Guardia dei Lombardi, ultima tappa nella Valle dell’Ufìta e nella Baronia.

Leggi anche: