32esima giornata Serie B, derby Venezia-Cittadella

32esima giornata suddivisa tra sabato e domenica, causa la sosta della A

Foto sito veneziafc.club

E’ una 32esima giornata, quella di Serie B, che non presenta big match, ma offre l’interessante sfida play-off nel derby Venezia-Cittadella, in programma domenica alle ore 18.00. I lagunari, settimi, vogliono riscattare la sconfitta di Empoli, ma il Cittadella, in quarto, fuori casa ha un ottimo rendimento e quindi la sfida sarà certamente equilibrata.

La giornata si aprirà domani pomeriggio con la sfida tra Spezia e Ascoli alle ore 18.00. I liguri sperano ancora nei play-off, mentre invece l’Ascoli cerca la seconda vittoria consecutiva per risollevarsi dal penultimo posto. Sfida più nobile quella del sabato sera, che vede di fronte Bari e Brescia: entrambe cercheranno di ritrovare la vittoria che manca dal 24 Febbraio.

32esima giornata Serie B: le partite di domenica

La giornata di domenica invece si apre con il match delle 12.30 tra Parma e Foggia, con i pugliesi in grande forma al contrario dei padroni di casa emiliani. Domenica pomeriggio ci sarà il grosso delle partite, tra cui Pro Vercelli-Avellino di cui trattiamo a parte. Tra le sfide delle 15.00, giocheranno le prime della classe, Empoli, Frosinone e Palermo.

I toscani se la vedranno con il Pescara in trasferta, reduce dal pareggio con l’Avellino. Partita fuori casa anche per il Frosinone, che va a Terni, mentre il Palermo al Renzo Barbera ospiterà il Carpi. Chiudono il quadro della domenica pomeriggio la sfida tra Salernitana e Novara, e quella tra Cremonese e Virtus Entella, con i lombardi che non vincono ormai dal 20 Gennaio.

Due i posticipi: oltre al già citato derby veneto Venezia-Cittadella, c’è in programma Cesena-Perugia alle ore 20.30. Particolarmente bisognosi di punti i romagnoli, in piena lotta salvezza, ma i “grifoni” vengono da cinque vittorie consecutive e sono lanciatissimi verso le posizioni alte della classifica.

Biglietti Avellino-Parma e Avellino-Bari: via alla prevendita

Avellino-Milano, Sacripanti: Gara dalle mille emozioni