Ardemagni, gesto ai tifosi: chiede scusa

Ecco le sue scuse per il gesto fatto durante la sostituzione nel match di oggi contro il Bari

Matteo Ardemagni, sostituito al 58esimo per lasciar spazio a Castaldo, ha rivolto verso i tifosi della Tribuna Montevergine un brutto gesto con il quale, pochi istanti fa, attraverso la pagina ufficiale del club ha fatto le sue scuse come chiesto giustamente da Novellino in conferenza stampa.

Questo è il messaggio che ha rilasciato sulla pagina Facebook dell’U.S. Avellino: “Voglio chiedere scusa per il mio gesto inopportuno, visto da tutti al momento della sostituzione. Ho avuto un atteggiamento irrispettoso, dovuto al nervosismo, al fatto che non riesco a dare il meglio, a trovare il gol, che per un attaccante è tutto. Mi sono piovute addosso offese di ogni tipo da alcuni tifosi, ci tengo a sottolineare: da uno sparuto gruppo di persone in tribuna Montevergine.

Sempre le stesse insinuazioni sulla sfera personale, ogni volta che prendevo palla: non ci ho più visto e ho avuto una reazione sbagliata al momento di uscire. Non cerco giustificazioni ma nel momento in cui sono stati toccati, ripetutamente, alcuni tasti della mia persona, ho espresso tutta la mia rabbia in quello stupido gesto. Noi calciatori dobbiamo essere un esempio per i più giovani, così facendo ho mancato di rispetto anche alla società e ai miei compagni: chiedo scusa“.

Un gesto non proprio bello quello dell’attaccante dei lupi colmato anche da questo momento di crisi che ha inguaiato, non solo la posizione in classifica, ma anche la posizione sulla panchina del tecnico di Montemarano. In merito a questo, l’U.S. Avellino, sempre attraverso la propria pagina Facebook, ha fatto sapere che prenderà provvedimenti. Ecco il comunicato: “La società, che da sempre fonda il proprio impegno sul rispetto ed i principi sportivi che devono essere condivisi da tutti i tesserati, pur riconoscendo l’istintività del gesto dovuta a un momento di nervosismo, prenderà provvedimenti nei confronti del calciatore“.

Pubblicato da Alfonso Parisi

Nato nel giugno del 1990 a Bisaccia residente a Mercogliano, sin da bambino grande tifoso dell'Avellino e appassionato di calcio.

Avellino-Bari 1-2, Vajushi: “Sconfitta che brucia”

Avellino-Bari 1-2, D’Angelo: “Così non va. Ci vuole più cazzimma”