Avellino, 20 anni fa moriva Dirceu

Sono passati vent’anni, ma sembra ieri. Il 15 settembre del 1995 moriva Josè Dirceu, la sua Porsche è presa in pieno da una Chevrolet, per il campione brasiliano non c’è niente da fare. L’impatto è talmente violento che Dirceu muore sul colpo.

Per tutti era lo zingaro, per via del suo cambiare maglia, praticamente, ogni stagione. Verona, Napoli, Ascoli e Como le sue tappe italiane, poi, nel 1986, l’approdo in Irpinia. Qui, nonostante rimanga un solo anno, lascia il segno. Il suo sinistro è una sentenza. Il suo esordio in biancoverde è da incorniciare, contro la Fiorentina, infatti, vince la partita da solo. Le sue punizioni-bomba piegano le mani al povero Landucci, firmando una doppietta che rimane scolpita nella mente dei tifosi irpini.

La sua unica stagione si chiude con all’attivo 23 presenze e 6 reti, che gli valgono il titolo di capocannoniere della squadra insieme ad Alessio. Sono passati vent’anni, ma il ricordo è ancora vivo. Grazie di tutto Josè.

Leggi anche –> La Top 11 della storia dell’Avellino Calcio scelta dai Tifosi

Leggi anche –> La Promozione in Serie B 1994-95: Gioia di Rigore

Pubblicato da Stefano D'Argenio

Mi chiamo Stefano D’Argenio, sono nato ad Avellino il 17 dicembre 1981. Appassionato di calcio, seguo le sorti dell’Avellino da più di vent'anni, collezionando nel tempo qualsiasi cosa riguardasse la squadra (articoli, foto, video). La passione in tutti questi anni non è mai diminuita, anzi mi ha portato a creare una pagina “Storia dell’Avellino calcio” che è attiva su facebook.

Cagliari-Avellino, Ligi: “Serviranno attenzione e aggressività”

Highlights Ascoli-Entella 1-0: Video Gol e Sintesi (Serie B 2015-16)