È ufficialmente partita la stagione 2013/2014 dell’Avellino. Il primo allenamento della truppa di Massimo Rastelli, in vista del campionato di Serie B, è stato un vero e proprio bagno di folla con i tifosi biancoverdi in festa. Oltre mille le persone sugli spalti della Curva Sud che hanno accolto la squadra al ritorno in campo con cori e fumogeni. Una vera e propria festa di colori che ha accompagnato i calciatori durante le loro prime fatiche della stagione, che hanno fatto capire, soprattutto ai nuovi, quanta passione c’è in terra d’Irpinia.

Curva Sud Partenio

Dopo l’ingreso sul terreno di gioco, Castaldo e compagni si sono diretti sotto la Curva per applaudire e ricevere il saluto dei tifosi che hanno intonato il coro “Noi vogliamo gente che lotta” che fa capire ciò che la piazza “pretende” da chi indossa i colori della propria città: attributi e attacamento alla maglia. C’ è voglia di grande calcio, di passione e di aggregazione: lo dimostra l’incontro organizzato dalla Curva Sud nel quale si è buttata acqua sul fuoco sulle polemiche delle ultime settimane.

C’è stato un confronto chiarificatore tra gli esponenti storici del tifo biancoverde e tutti i gruppi organizzati della Curva Sud. È stato sottolineato, durante l’incontro, la necessità di coesione e aggregazione. Finalmente si è rivisto di nuovo un’intera tifoseria ancorata sotto un’unica bandiera. Il tifo irpino è pronto a ripartire per vivere l’Avellino con lo stesso spirito che l’ha sempre contraddistinto.

Leggi anche -> Calciomercato Avellino: Biancolino e De Angelis sul piede di partenza?

Leggi anche -> Calciomercato Avellino: in arrivo Seculin, fatta per Bergamelli?

  • , , ,
  • L'autore

    Commenta la notizia