Avellino Calcio, si chiude un 2017 di grande sofferenza

L'esultanza dei calciatori a fine partita

La vittoria meritata contro la Ternana chiude un 2017 (inteso come anno solare) di grande sofferenza per l’Avellino. La squadra di Novellino tornando ai tre punti dopo due mesi (nove partite in cui sono stati raccolti sei pareggi e tre sconfitte) si allontana dalla zona play-out e chiude il girone di andata a 25 punti, quattro in più rispetto allo scorso anno e in perfetta media salvezza.

Ciò non toglie però che i problemi restano. Dei 25 punti totalizzati dall’Avellino, ben 13 sono arrivati nelle prime sette giornate, e solo 12 nelle restanti quattordici partite del girone di andata. Segno che la squadra non ha avuto un rendimento costante, anche per le tante vicende extra-calcio delle ultime settimane (processo Money Gate, questione societaria, contestazioni della Curva Sud a Taccone per la vicenda Ferullo e così via).

Pare ovvio quindi, che la società dovrà operare bene sul calciomercato, piazzando i calciatori che ormai non hanno più feeling con la piazza (Paghera e Moretti tra tutti, ma anche la situazione di Ardemagni dovrà essere valutata) e colmando le lacune in attacco, dovute al grave infortunio di Morosini che ha ridotto le scelte di Novellino e privato l’Avellino del calciatore più forte tecnicamente.

Facendo invece un passo indietro per tirare le somme dell’anno solare 2017, il bilancio è in chiaroscuro. L’Avellino aveva iniziato benissimo inanellando nove risultati utili di fila illudendo tutti di una salvezza anticipata, poi il processo calcioscommesse ad aprile e il calo della squadra ha complicato tutto, così che si è dovuto soffrire fino all’ultima giornata, con la vittoria sul Latina per 2-1.

Per la stagione 2017-18 si era partiti con ben altri propositi. La conferma di Novellino con relativo prolungamento del contratto e di buona parte della squadra faceva ben sperare che la squadra potesse lottare per i play-off, ed infatti dopo la vittoria contro l’Empoli del 30 settembre l’Avellino era secondo in classifica a 13 punti dietro il Frosinone, in compagnia di Perugia e Palermo.

Poi l’assurdo derby perso contro la Salernitana ha segnato non solo l’inizio della crisi tecnica della squadra, ma anche una delle pagine più nere della storia dell’Avellino Calcio, un’onta che non potrà mai essere cancellata. Ecco perché il 2017 non può essere considerato, a parere di chi scrive, un anno positivo, ma un anno invece che dovrà essere dimenticato in fretta.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Highlights Avellino-Ternana 2-1: Video Gol e Sintesi

Avellino Calcio, girone di andata da media salvezza