Avellino, Cabezas torna a Bergamo: affare a rischio

Rischia fortemente di sfumare l’affare Cabezas-Avellino. Il calciatore ecuadoregno è infatti tornato a Bergamo per i problemi con il permesso di soggiorno di cui si era già parlato nel giorno della presentazione. 

La situazione al momento è questa: Cabezas vuole ricongiungersi alla compagna, che si trova in Ecuador ed è all’ottavo mese di gravidanza, ma non riesce ad ottenere i documenti per partire alla volta dell’Italia. L’unica soluzione per Cabezas, se la situazione non di sboccasse, sarebbe quindi quella di tornare in Sudamerica, dove anche in un altro stato, non avrebbe problemi a viaggiare. Ecco che così il calciatore andrebbe all‘Indipendiente, in prestito per 18 mesi con diritto di riscatto, accantonando definitivamente la proposta dell’Avellino.

Insomma una situazione davvero paradossale per l’Avellino, che su Cabezas puntava molto e di cui probabilmente dovrà fare a meno. Fino ad ora gli acquisti ufficiali sono stati due: De Risio e Wilmots. Il secondo però farà probabilmente spola tra Primavera e prima squadra, quindi non è escluso che a centrocampo si cerchi qualche altro elemento.

Uno dei nomi circolati è quello di Simone Edera, attaccante del Torino classe 1997 che ha esordito quest’anno in Serie A collezionando già cinque presenze e un gol.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 18 gennaio 2018

Cessioni Avellino, per Moretti spunta il Lecce