Avellino, Castaldo eterno. Ora serve un ultimo sforzo a Terni

Sempre decisivo il numero 10 biancoverde, in una squadra ancora in difficoltà

E’ sempre Gigi Castaldo l’uomo chiave dell’Avellino. Come lo scorso anno nell’ultima giornata contro il Latina, venerdì sera contro la Spezia, in una rete peraltro, abbastanza simile a quella contro i pontini che decretò la salvezza 2016-17. Salvezza 2017-18 che invece, ancora non è stata conquistata: a Terni bisognerà vincere per non iniziare a gufare le dirette concorrenti.

Certo, il fatto che la Ternana sia già retrocessa cambia non poco, poiché altrimenti sarebbe stato uno spareggio drammatico, con gli umbri, che forti del fattore campo, avrebbero avuto probabilmente i favori del pronostico. Così ora non è, ma questo non significa che l’Avellino debba pensare di aver già vinto. Potrebbe essere per l’Avellino un errore mortale: non dobbiamo scordare il precedente del 2014, quando i lupi all’ultima giornata persero a Padova, squadra già retrocessa, perdendo così la possibilità di disputare i play-off.

A parte i precedenti, la squadra dovrà cercare di approcciare meglio la gara, poiché contro lo Spezia nel primo tempo la prestazione era stata piuttosto brutta, e a dir la verità i liguri avevano anche fatto qualcosa in più. A giustificazione parziale della squadra di Foscarini, il fatto che parecchi calciatori abbiano stretto i denti scendendo in campo non al meglio.

Ora con, cinque giorni di tempo, la speranza è che migliori la condizione fisica della squadra, che comunque tornerà ad allenarsi già oggi pomeriggio. Inizia così l’ultima settimana di una stagione complicatissima, che speriamo termini venerdì.

Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trentino: inizia la battaglia

Sidigas Avellino-Dolomiti Energia Trento 77-79 Risultato Finale