Avellino Calcio, colpaccio solo sfiorato. Ardemagni nota negativa

La squadra biancoverde ha mancato per poco una vittoria che sarebbe stata pesantissima

Solo sfiorato il colpaccio per l’Avellino, che in vantaggio contro l‘Entella per buona parte del secondo tempo, si è poi fatto raggiungere a pochi minuti dalla fine. Un pareggio alla fine giusto per quello che si è visto in campo (con l’Entella che ha anche fatto qualcosa in più), anche se una vittoria avrebbe portato la squadra di Foscarini 42 punti, con ben quattro lunghezze sulla zona retrocessione, occupata ora dal Cesena a 38, che pure stava per vincere a Salerno.

Avellino, Ardemagni la nota negativa

Nella discreta prova della squadra a Chiavari, soprattutto dal punto di vista caratteriale, la nota negativa è ancora una volta Matteo Ardemagni. L’attaccante, entrato nel secondo tempo al posto al posto di un ottimo Asencio, ha avuto una ottima occasione, ma ha pasticciato incredibilmente, tentando un dribbling inutile e facendosi così rimontare dal difensore. Sarebbe stato il gol del 2-0 che avrebbe chiuso la partita. Neanche l’arrivo di Foscarini, che già lo ha allenato a Cittadella, sembra aver sbloccato l’attaccante classe ’87, che non segna ormai dal 6 Novembre.

Avellino, martedì arriva il Frosinone

Non c’è tempo, tuttavia, per pensare a questo pareggio (che comunque dà all’Avellino il vantaggio negli scontri diretti contro l’Entella). Martedì sera infatti è in programma l’ennesimo turno infrasettimanale di questo campionato, che vedrà l’Avellino ospitare il Frosinone. Un impegno certamente duro, ma l’Avellino ha assolutamente bisogno di punti, e in ogni caso il Frosinone non è sicuramente in un momento brillante.

L’Avellino dovrà puntare, quindi, a vincere la partita, anche se c’è da ricordare che la squadra sarà ancora in emergenza, a causa degli infortuni che quest’anno hanno veramente falcidiato la rosa biancoverde. Recupererà probabilmente il solo D’Angelo, che potrebbe prendere il posto di De Risio o essere riportato sulla sinistra.

Al di là degli uomini che giocheranno, l’importante sarà scendere in campo con la stessa grinta di queste ultime due partite, per conquistare una salvezza a questo punto non facile.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Entella-Avellino 1-1, Lezzerini: “Punto prezioso”

Entella-Avellino 1-1, Ceccarelli: “Meritavamo la vittoria”