Avellino Serie A: Diaz stende il Napoli (1983-84)

Nei tanti derby disputati in Serie A contro il Napoli, sono poche volte in cui l’Avellino è riuscito a prevalere. Una delle vittorie avvenne nella stagione 1983-84, al Partenio. Fu Ramon Diaz a siglare la seconda vittoria dell’Avellino contro il Napoli in casa. Infatti, prima di quella sfida, i lupi si erano imposti sul Napoli al Partenio solamente due anni prima, nel 1982, con un secco 3-0 ad opera di Juary (doppietta) e Giovanelli.

Tornando alla sfida del 1984, giocata il 12 Febbraio, entrambe le squadre stavano vivendo una stagione poco positiva. L’Avellino aveva come al solito cambiato allenatore nel corso della stagione. Dopo la 9a Giornata, Ottavio Bianchi aveva sostituito Veneranda in panchina. Il cambio stava dando i suo frutti, ma l’Avellino era comuque terz’ultimo a quota 12, in compagnia del Genoa. Tre punti in più per il Napoli di Santin.

L’esultanza dI Ramon Diaz dopo il gol decisivo

Lupi dunque con l’obbligo della vittoria. Al Partenio ci sono più di 25.000 spettatori, per un incasso di quasi 300 milioni di lire. Il derby si decide già al ‘6: Diaz si guadagna una punizione dal limite, la batte e manda la palla nel sette, dove Castellini non può arrivarci. L’Avellino ha anche le occasioni per raddoppiare, ma alla fine termina 1-0 e Diaz, che quell’anno fu anche capocannoniere dei lupi con sette reti, entra nella storia dei derby contro il Napoli.

Quella vittoria fu anche l’ultima in Serie A contro i partenopei per l’Avellino, che dovrà poi aspettare il febbraio del 2005 per rivivere la gioia di vincere il derby, ma in Serie C1.

Ecco il tabellino dell’incontro:

Avellino: Paradisi, Osti, Vullo, (‘5 st Biagini), Schavi, Favero, De Napoli, Barbadillo, Tagliaferri, Diaz (’36 st Bertoneri), Colomba, Limido.

Napoli: Castellini, Bruscolotti, Boldini (’46 Pellegrini), Masi, Ferrario, Frappampina, Caffarelli, Dal Fiume (’22 st Casale), De Rosa, Dirceu, Celestini.

Ecco la sintesi dell’incontro:

Spezia-Avellino: mai una sconfitta al “Picco” per i lupi

Spezia-Avellino: oggi doppia seduta per i lupi