Avellino, non è mai troppo tardi

Ieri mattina, come consuetudine, Walter Novellino ha rilasciato le dichiarazioni di presentazione della gara casalinga dei lupi, contro la Cremonese, evidenziando le difficoltà della gara, sottolineando la cifra tecnica della squadra lombarda, formata da giocatori tecnicamente validi, esperti, guidati da Attilio Tesser, definendo l’ex mister irpino, un allenatore molto importante.

Dichiarazione queste che mettono in risalto l’umiltà del trainer di Montemarano, elogiando pubblicamente il suo collega e amico Attilio Tesser, ma soprattutto le difficoltà che i lupi troveranno oggi, nell’affrontare una squadra onestamente molto forte, che fino ad oggi, ha perso soltanto tre volte. Inoltre ha detto che la squadra ha uno spirito diverso, ed è proprio questo l’elemento nuovo.

Dopo quella ….maledetta partita, tutte le interviste rilasciate da Novellino in fase di presentazione della gara, erano caratterizzate da alcuni concetti, sempre gli stessi, quasi a stimolare la squadra: cattiveria agonistica, concentrazione massima, ritmo e intensità. La squadra poche volte ha recepito il messaggio del suo condottiero, costringendo il mister a stilettate al gruppo nei post- partita, fino a dichiarare ‘’ se avessi potuto scendere in campo io, oggi qualcosa sarebbe cambiato’’.

Le ultime due partite, al di là del risultato, hanno evidenziato un cambio di rotta, facendo intravedere i concetti cari al mister, portando a casa l’intera posta in palio nella gara delicatissima contro la Ternana, non rischiando quasi niente, bissando la vittoria a Brescia, riprendendo un risultato insperato nel primo tempo, ma con merito alla fine del secondo tempo.

Probabilmente il mister, dopo l’infortunio di Morosini e la sconfitta a ruota nel derby, ha dovuto ricompattare la squadra, l’ha dovuta ricostruire mentalmente e caratterialmente, ed aveva bisogno solo di tempo, ed in questo quadro, si si inseriscono le decisioni di mettere fuori squadra due calciatori, quali Paghera e Moretti, calciatori carenti proprio sotto l’aspetto caratteriale.

Vedremo, già dalla gara odierna, se le prestazione, al di là del risultato, sarà sulla falsa riga delle due partite precedenti.

Tra le ultime notizie dalla rifinitura di ieri, la convocazione di Rizzato, mentre Ardemagni è ancora out per l’infortunio. La formazione che scenderà in campo, non dovrebbe discostarsi molto da quella vittoriosa con il Brescia, con il tandem d’attacco Castaldo e Asencio, De Risio insidia il posto a D’angelo, probabile l’esordio dal primo minuto di Gavazzi, al posto dello squalificato Molina.

Novità dal calciomercato, dove Cabezas ha finalmente firmato il contratto che lo legherà alla squadra bianco-verde. Una curiosità: da calciatore Novellino ha vestito la maglia della Cremonese nella stagione 1973-74 in serie C, allenatore Gian Battista Rota, compagno di squadra di Emiliano Mondonico e di un giovanissimo Antonio Cabrini, che proprio in quella stagione, disputò con i colori grigio-rossi, le prime tre gare nel calcio professionistic

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 27 gennaio 2018

Perchè i tifosi della Cremonese hanno abbandonato lo stadio