Avellino, un piccolo passo indietro. A Palermo ancora emergenza

La squadra di Foscarini ancora falcidiata dagli infortuni in vista della difficile trasferta siciliana

Battuta d’arresto per l’Avellino, battuto in casa dal Frosinone per 0-2, con due gol negli ultimi cinque. Un piccolo passo indietro per la squadra di Foscarini, che contro i ciociari non si è comportata male, ma che con un po’ più di accortezza avrebbe probabilmente portato a casa un pareggio, che sarebbe stato il terzo risultato utile consecutivo.

Per fortuna, delle squadre dietro all’Avellino in classifica ha vinto solamente la Pro Vercelli nello scontro diretto contro il Pescara, e quindi la situazione non è molto cambiata, con i biancoverdi che hanno mantenuto due punti di vantaggio sulle quint’ultima, il Cesena, battuto in casa dalla capolista Empoli. Si è invece ormai quasi tirato fuori dalla zona calda il Brescia, che ha vinto a La Spezia. Zona calda che a questo punto va proprio dall’Avellino, 15° a quota 40, fino alla Pro Vercelli ultima a 33, che comunque sta dimostrando di essere viva.

Più che la classifica, però, preoccupa il calendario e la situazione infortunati. Ora l’Avellino sarà atteso da due trasferte molto dure, a Palermo e Carpi, dove uscire con un paio di punti sarebbe già un buon risultato. Poi arriva il Cittadella al Partenio, quindi gli scontri diretti in trasferta con Ascoli e Ternana, due squadre che non stanno assolutamente mollando nonostante la situazione difficile. Tra queste due, la sfida interna contro lo Spezia, forse la partita più abbordabile delle sei che rimangono.

Ancora più preoccupante la situazione infortunati. Ieri si è fatto male anche Migliorini, uscito anzitempo per fare posto a Kresic, che non si è assolutamente ben comportato. L’infortunio del centrale di Peschiera del Garda, che con Foscarini aveva ritrovato la titolarità, è una tegola che assolutamente non ci voleva, così come la squalifica di Castaldo.

La loro indisponibilità si aggiunge a quella di Bidaoui, Falasco e Rizzato e D’Angelo, tutti da valutare in vista della difficile trasferta in terra siciliana

Bakken Bears-Sidigas Avellino: impensabile gestire, bisogna vincere

Palermo-Avellino, quattro indisponibili per Tedino