Avellino-Spezia, Taccone: “Biglietti a uno o due euro”

Il presidente ha svelato l’iniziativa durante la trasmissione “Derby Serie B”

Con lo Spezia biglietti a uno o due euro. A svelarlo, è direttamente il presidente Taccone nel corso della trasmissione “Derby Serie B”, andata in onda ieri sera su Ottochannel 696. Il presidente ha parlato di tutta la stagione, non evitando temi scottanti come il processo di Catanzaro e la trattativa societaria.

Ecco le sue parole, a partire dalla partita di Ascoli: “Un punto che credo soddisfi un po’ tutto, siamo andati in un campo molto difficile. Siamo riusciti a tenere a freno l’Ascoli, abbiamo fatto una buona partita  e dimostrato di meritare la B. Ora ci restano due battaglie importanti, la prima contro la Spezia. 

Poi svela un’importante iniziativa per i tifosi:Avevo già deciso, per la gara contro lo Spezia, di mettere i biglietti al minimo storico, se avessimo fatto un buon risultato ad Ascoli. Adesso mi sentirò con il responsabile con la biglietteria, fosse per me li metterei gratis, ma probabilmente saranno a uno-due euro.

Quindi spiega: “Ringrazio tutti quelli che ci hanno sempre seguito e quelli che hanno fatto il biglietto unico per Spezia e Cittadella, che quindi hanno pagato un po’ di più, ma abbiamo bisogno dello stadio pieno e di un pubblico che spinge i ragazzi a una vittoria fondamentale. Credo che il vero tifoso capirà il momento storico. Se infatti vinciamo, non dico che siamo salvi, ma andremo a Terni con più tranquillità”.

Sulla stagione: “La mia preoccupazione era che i ragazzi, essendo proiettati per un altro obiettivo, avrebbero avuto difficoltà a calarsi nella lotta per la salvezza. I ragazzi però hanno capito che era una svolta importante e oggi hanno disputato una prova di cuore, temperamento e voglia di vincere”.

Sulla buona prova di Wilmots, svela un retroscena: “Quando Foscarini è venuto gli ho detto di mettere da parte tutte le gerarchie e fare giocare quelli che riteneva più in forma. Su Wilmots spero di averci visto giusto”. Su Castaldo: “E’ un calciatore che trascina la squadra, è un vero leader”.

Sulla trattative societarie: “I tifosi dovrebbero preoccuparsi se l’Avellino si salva o meno, invece sono più interessati a sapere se l’Avellino cambia gestione”. Sul processo di Catanzaro: “Chi aveva dei dubbi dovrebbe guardarsi allo specchio, perché io quando dico una cosa quella è, non mi invento niente.

Poi torna sulla stagione: “Se lo avessi saputo sarei intervenuto prima, comunque ci sono stati tanti errori, a partire da me e da chi ha condotto la squadra. Alla mia età non è facile soffrire, oggi mi stava venendo un infarto. Ora pensiamo a salvarci, poi faremo i processi, l’importante è salvare la categoria, perderla sarebbe un dramma sotto tutti i punti di vista”.

Chiude sul futuro: “Non so se ci sarà solo io, ma sicuramente sarò presente nel discorso tecnico e tutto quello che riguarda la squadra”.

Segafredo Bologna-Sidigas Avellino: Scandone col dubbio Leunen

Biglietti Avellino-Spezia, Curva Sud a due euro