Avellino, Taccone: “Questa rosa se la può giocare con tutti”

Walter Taccone è intervenuto questa sera a Linea Verde Sport, la trasmissione in onda ogni lunedì sera su Sport Channel. Il presidente ha parlato della sconfitta di Foggia, del calciomercato appena concluso e in generale del momento della squadra biancoverde. Ecco il riassunto delle sue parole.

Sulla sconfitta di Foggia:Abbiamo fatto degli errori singoli, in dieci abbiamo sofferto, era normale cercare di portare a casa un pareggio che sarebbe stato importante ma purtroppo non ci siamo riusciti. Sull’1-1 non ci è stato dato un rigore sacrosanto, perché Falasco è stato messo a terra. Se fossimo passati in vantaggio lì la partita sarebbe finita. Perciò non è vero che gli errori dell’arbitro si sono bilanciati, anzi è stato a senso unico”.

Quindi alcune considerazioni tattiche: “Sull’esterno deve giocare un terzino, perché come diceva Coscia (l’opinionista in studio, ndr), i centrali non hanno quei movimenti (il riferimento è a Marchizza, impiegato come terzino a Foggia, ndr)

Quindi sul mercato appena trascorso: “Noi abbiamo quattro centrali di ruolo e ne abbiamo preso un altro come voleva il mister: ecco perché è arrivato Morero. A centrocampo Novellino non voleva un play, ma un giocatore di quantità, funzionale al suo modo di giocare. Vajushi lo abbiamo preso perché serviva un esterno, mentre Cabezas è un argomento a parte. Ho sentito dire che lo abbiamo preso rotto, ma non è assolutamente vero. Non ha nessuna frattura, sabato può giocare senza problemi, se Novellino lo riterrà opportuno.

Ancora sul calciomercato: “Non abbiamo venduto Bidaoui e Migliorini, altrimenti avrebbero detto che non ho soldi. Okwonkwo non ci serviva, perché Ardemagni recupera. Ho sempre detto che non volevo venderlo, è un grandissimo calciatore e ad Avellino sta benissimo. Moretti ho parlato sia con Novellino che con lui, è un ragazzo che potrà servirci per tutto il campionato”.

Quindi afferma: “Questa rosa, con tutti i recuperi, compreso Gavazzi che doveva essere gestito meglio dopo il suo recupero, se la può giocare con chiunque”. Gli viene chiesto se i tanti infortuni dipendono dal campo sintetico: “Non credo, perché il nostro sintetico è di ultima generazione. Il campo B è quasi pronto, tra 15-20 giorni potrà essere utilizzato”. 

Sul gioco del’Avellino: “Giocando con due esterni potremmo fare un bel gioco, non mi piace quando i difensori buttano la palla avanti”. Chiusura sulla società: “A febbraio potrebbero esserci novità interessanti, ma non posso dire nulla”.

Avellino, Novellino espelle Molina dall’allenamento

Avellino-Cesena, scontro salvezza da vincere per i lupi