L’Avversario: Cesena, seconda peggiore difesa del campionato

I romagnoli hanno nella retroguardia il loro punto debole

Foto LA PRESSE

Il Cesena, prossimo avversario dell’Avellino in campionato, certamente non ha la difesa tra i suoi punti di forza. La retroguardia bianconera infatti ha subito ben 45 reti in queste prime 24 giornate di campionato, per una media quindi di quasi due reti subite a partite. Peggio ha fatto solamente l’ultima in classifica, la Ternana con 46.

Un punto debole quindi, che la squadra di Novellino dovrà cercare di sfruttare, magari con Ardemagni pronto al rientro seppure non ancora al 100%. Il Cesena nell’ultimo turno è tornato alla vittoria (4-3 proprio contro la Ternana), ma sta vivendo una stagione piuttosto complicata.

Castori ha infatti preso il posto di Camplone sulla panchina romagnola, dopo i deludenti risultati di inizio stagione. Castori è riuscito a dare una sterzata alla squadra, che però è appena sopra la zona rossa, con 27 punti (due in più dell’Avellino).

La difesa, che ha tra gli altri gli ex biancoverdi Suagher e Donkor, è certamente il reparto più debole. Ben più temibile l’attacco, dove spicca Jallow, che ha già messo a segno dieci gol. Non male anche il centrocampista offensivo, Laribi, con cinque gol, e l’altra punta Moncini, con quattro.

Proprio la coppia Moncini-Jallow costituirà il tandem d’attacco del Cesena al Partenio, mentre a centrocampo Castori dovrà a fare dello squalificato Di Noia: al suo posto uno tra Fedele ed Emmanuello. Per il resto giocherà la formazione base, poiché l’infermeria di Castori, a differenza di quella di Novellino, è vuota.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Avellino-Cesena, l’arbitro è Ghersini di Genova

Processo Appello Catanzaro-Avellino, si avvicina il verdetto