Avellino, l’avversario: Venezia, squadra molto equilibrata

La squadra di Inzaghi realizza e subisce poche reti

Foto sito veneziafc.club

Il Venezia di Filippo Inzaghi sarà il prossimo avversario dell’Avellino, nella partita in programma sabato prossimo e valevole per 26esima giornata del campionato di Serie B. Una squadra, quella guidata dall’ex centravanti campione del Mondo a Berlino, molto equilibrata: pochi i gol fatti (29) e ancora meno quelli subiti (24).

Una caratteristica questa, che la squadra veneziana si porta sin dall’inizio del campionato, tanto che fu proprio l’Avellino, nella gara di andata, a bucare per la prima volta la difesa di Inzaghi. Il Venezia è attualmente ottavo in classifica insieme al Carpi, e ha superato il periodo di crisi vissuto tra la fine del girone di andata e la prima di ritorno, quando è rimasto otto partite senza vincere.

Nelle ultime tre partite infatti il Venezia ha ottenuto due vittorie di seguito in casa (1-0 sul Cesena e 3-1 sul Bari) e un pareggio a La Spezia. In casa il bilancio è di cinque vittorie, cinque pareggi e due sconfitte, contro Parma e Novara

VENEZIA: LA ROSA E LA FORMAZIONE TIPO

E’ una rosa abbastanza esperta quella neroverde, con una età media di quasi 30 anni, che ne fa una delle più anziane della Serie B. Il capocannoniere della squadra è l’ex biancoverde Gianmarco Zigoni, che ha messo a segno cinque reti. Tre reti invece per il centrocampista Pinato.

Inzaghi dovrebbe schierare i suoi con il consueto 3-5-2. Davanti ad Audero, il trio composto da Domizzi, Modulo, Andelkovic. A centrocampo, Garofalo e Bruscagin sulle fasce, con Falzerano, Stulac e Pinato in mezzo. Davanti, il tandem Zigoni-Geijo.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Venezia-Avellino, l’arbitro è Fourneau di Roma 1

Derby Salernitana-Avellino, si gioca in Posticipo