L’Avellino mette le ali, la zona retrocessione si allontana

L’Avellino mette le ali. Si proprio cosi, l’Avellino mette le ali. I lupi vincono la seconda partita consecutiva e spiccano un volo in avanti in classifica, allontanandosi sensibilmente dalle sabbie mobili della classifica, con il quint’ultimo posto, occupato proprio dal Brescia, distante ora cinque punti.

I lupi sbancano Brescia e vincono una partita emozionante per 3 a 2. Partita dai due volti, primo tempo sottotono con diversi errori commessi ,come evidenziato da mister Novellino nel post gara,  secondo tempo dominato, con un calo fisico evidente della squadra di Boscaglia.

I primi minuti della partita sono stati caratterizzati da diverse occasioni gol del Brescia, in particolar modo con Torregrossa, evidenziando da subito, in particolar modo nel primo tempo, la prestazione negativa della difesa, con Kresic peggior in campo. Al 16′ inaspettatamente i Lupi passano in vantaggio, con uno splendido cross di Bidaoui, devastante poi nella ripresa, insaccato in porta da Salvatore Molina sul secondo palo,  azione di Sarriana memoria con il taglio perfetto sul secondo palo. Da questo momento in poi, fino alla fine del primo tempo, in campo solo l Brescia, che ribalta la situazione con doppietta del solito Torregrossa nel giro di pochissimi minuti, favoriti da errori madornali della difesa  irpina. Si arriva alla fine del primo tempo con l’Avellino in affanno, che rischia di prendere il terzo gol.

La ripresa, complice il calo fisico del Brescia, gioca solo l’Avellino, pareggiando prima con Castaldo all’ottavo minuto, con un pregevolissimo tocco di esterno, dal centro dell’area di rigore, favorito da un errore di Ndoj, calciatore seguito in questa fase di calciomercato, proprio dalla squadra irpina.

Il Brescia scompare e al sedicesimo del secondo tempo evidentemente minuto fortunato, Bidaoui con una giocata funambolica dal lato sinistro, ubriaca la difesa bresciana con una slalom, contro slalom, e palla a giro che si insacca nell’angolino. Gol davvero bello, che poteva fare il paio con la splendida giocata di Castaldo, che dal limite dell’area, calibra un pallonetto a scavalcare il portiere, che si stampa sulla traversa, giocata questa da stropicciarsi gli occhi, sulla palla si avventa poi Asencio che si divora un gol facile.

La partita viene controllata fino alla fine dalla squadra irpina, senza grossi problemi. Prestazione notevole nel secondo tempo, dove la squadra di Novellino si è dimostrata superiore, in particolar modo sul piano fisico. Da sottolineare le giocate delle due ali avellinesi, Molina da un lato, Bidaoui dall’altro  che hanno fatto letteralmente impazzire la difesa del Brescia. Esordio dal primo minuto di De Risio, positivo, schierato al posto di Di Tacchio reduce da una lieve contrattura e non rischiato dal trainer Irpino.

Da sottolineare al 69′ l’esordio in campionato di Gavazzi, tornato finalmente arruolabile, anche con una buona prestazione. In tribuna molti addetti ai lavori, tra cui anche il procuratore di Cabezas, il quale intervistato, ha dichiarato che il futuro del suo assistito si risolverà massimo entro martedì. Quindi entro quarantotto ore, si saprà, se il funambolico calciatore sud americano vestirà la maglia bianco verde. Avvistato in tribuna un tifoso avellinese eccellente, Gigi Marzullo salito a Brescia per assistere alla squadra del cuore.

In conferenza stampa si è presentato un mister Novellino su di giri, raggiante, ma già concentrato sulla prossima gara dei lupi, contro la Cremonese in casa, definita  fondamentale per la salvezza della squadra.

Biglietti Sidigas Avellino-Germani Brescia: Prezzi e Orari Prevendita

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 22 gennaio 2018