Calcioscommesse: Millesi condannato, per Izzo rinvio a giudizio

Si è svolto il processo penale della vicenda che ha coinvolto l’Avellino lo scorso anno

Nell’ambito del processo penale della vicenda calcioscommesse, che lo scorso anno vide l’Avellino condannato a due punti di penalizzazione e vari tesserati multati, sono arrivate le prime sentenze per i calciatori coinvolti.

Francesco Millesi, ex capitano dell’Avellino che ha scelto il rito abbreviato, è stato condannato ad un anno per il reato di frode sportiva, ma ha evitato l’accusa di concorso esterno in associazione a delinquere. La pena è stata tuttavia sospesa. Per quanto riguarda invece Armando Izzo, l’altro calciatore dell’Avellino coinvolto e ora militante nel Genoa, ha scelto il rito ordinario, per lui quindi è arrivato il rinvio a giudizio. 

Pesante invece la condanna per Luca Pini, altro calciatore coinvolto nella vicenda: per lui, che pure aveva scelto il rito abbreviato, 3 anni e sei mesi. Le sentenze sono state emesse dal gup del Tribunale di Napoli Marcello De Chiara che ha accolto le richieste del pm della Dda Maurizio De Marco.

Avellino, Curva Sud chiusa per scontri a Salerno?

Avellino Calcio, quando l’indifferenza supera la rabbia