Catanzaro-Avellino 0-1, il ritorno in Serie B dopo 4 anni

Il 5 Maggio 2013 l’Avellino vince a Catanzaro per 1-0 e torna nella serie cadetta

Il gol di Zigoni a Catanzaro il 5 Maggio 2013

Lega Pro Prima Divisione, stagione 2012-13. E’ il quarto anno della nuova era Taccone, che nel 2009, insieme ad altri soci, prende il “nuovo” Avellino dalla Serie D, dopo il fallimento estivo. Grazie a due ripescaggi, il primo dalla Serie D nel 2010 e il secondo dalla Lega Pro Seconda Divisione nel 2011, l’Avellino è finalmente tornato in Lega Pro Prima Divisione, vale a dire la vecchia Serie C-1, vinta per tre volte il decennio precedente.

Dopo una stagione di transizione nel 2011-12, in cui l’Avellino milita nel girone A, nel 2012-13 si punta finalmente al ritorno in Serie B. Alla guida della squadra viene chiamato Rastelli, ex biancoverde. C’è poi il ritorno di Biancolino, esperto di promozioni con l’Avellino, che insieme a Castaldo compone una fantastica coppia d’attacco. A centrocampo spiccano Millesi e D’Angelo, in difesa l’esperto Fabbro e il promettente Zappacosta 

L’Avellino guida il campionato fin dal girone di andata e chiude da campione di inverno, seppure mai con un vantaggio nettissimo sulle dirette concorrenti Perugia e Latina. Il giorno del ritorno in B è il 5 Maggio 2013. Si gioca la penultima giornata, con l’Avellino in trasferta sul campo del Catanzaro, e con cinque punti di vantaggio sul Perugia secondo. Come 10 anni prima a Crotone, sono tanti i tifosi irpini che partono per la Calabria.

A ripagarli, è un gol di Zigoni, che entrato nel secondo tempo, sfrutta un assist di D’Angelo e dall’interno dell’area batte il portiere calabrese proprio sotto il settore occupato dai tifosi irpini. E’ il tripudio, l’Avellino torna in Serie B dopo 4 anni, in cui ha attraverso i campi polverosi della Serie D  e poi quelli della Lega Pro, mai più visti da quel giorno. E oggi come oggi, vista la difficile situazione dell’Avellino, l’augurio è di continuare ancora a non vederli…

L’esultanza di Zigoni dopo il gol decisivo

Catanzaro-Avellino 0-1, il tabellino:

Catanzaro (3-5-1-1): Pisseri; Narducci, Sirignano, Bacchetti; Fiore, Ronaldo, Quadri (’84 De Risio), Benedetti, Sabatino; Russotto (’56 Fioretti); Masini (’70 Carboni)

Avellino (4-3-1-2): Di Masi; Zappacosta, Izzo, Fabbro, Pezzella; D’Angelo, Arini, Millesi; De Angelis (’59 Catania); Herrera (’49 Zigoni), Biancolino (’70 Castaldo).

Arbitro: Ghersini di Genova

Rete: ’74 Zigoni

Qui, la sintesi dell’incontro

Ascoli-Avellino, Cosmi: “Questa partita è importantissima”

Avellino-Spezia, Laverone squalificato