Catanzaro-Avellino, la Procura ricorre in appello

La Procura Federale della FIGC di Roma ha deciso di effettuare il ricorso per l’Inchiesta del Money Gate dove, qualche giorno fa, l’Avellino ed il Catanzaro, per il match del 2013, sono state prosciolte. Quindi per il club irpino e quello calabresi si prospetta, probabilmente per il 10 di gennaio 2018, il ritorno in tribunale.

Il ricorso è già stato notificato alle società. Quindi i legali di entrambe le società ritorneranno al lavoro per dimostrare nuovamente la loro innocenza. I punti che dovranno essere chiariti sono quelle delle intercettazioni scomparse. Quindi potranno essere sollevati altri nuovi elementi inerenti alla faccenda. L’udienza per il giudizio di secondo grado sarà fissata, probabilmente, per il 10 gennaio 2018. Intanto le difese di Catanzaro e Avellino potranno richiedere gli atti del ricorso e preparare le nuove memorie difensive.

Ricordiamo che nella giornata di martedì, due giorni prima del match dell’Alberto Picco contro lo Spezia, perso poi per 1-0 con la rete di Marilungo, il club del patron Walter Taccone e quello dell’ex presidente del Catanzaro Cosentino sono state prosciolte dalla Procura Federale della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) per assenze di prove. per questo motivo, difficilmente potrà produrre elementi probatori in grado di ribaltare la sentenza. Quindi, il club irpino, ha evitato lo spettro della retrocessione, ma ora si dovrà attendere il ricorso.

Pubblicato da Alfonso Parisi

Nato nel giugno del 1990 a Bisaccia residente a Mercogliano, sin da bambino grande tifoso dell'Avellino e appassionato di calcio.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Avellino, 9 gare senza vittorie: record negativo dal 2008-09

Avellino Calcio, Ferullo lascia la società