Cessione Avellino, Gravina chiede garanzie per rilevare la società

Giovedì l’imprenditore romano potrebbe essere in città. Possibile la nomina di un ammistratore congiunto. Ma solo dopo aver verificato i conti

In un’intervista rilasciata ad un’emittente televisiva locale, Alex Gravina, direttore commerciale della Italpol (potenziale acquirente dell’Us Avellino), ha annunciato che la prossima settimana potrebbe essere in città. Nella giornata di giovedì, per la precisione, quando potrebbe essere annunciato anche il nome del nuovo amministratore congiunto.

Prima, però, saranno effettuate delle verifiche legate ai debiti fuori bilancio. Martedì della prossima settimana arriveranno ad Avellino due rappresentanti della società Italpol per controllare lo stato di salute dell’Us Avellino. “Dobbiamo essere certi che sia tutto ok – ha dichiarato Alex Gravina –, è una condizione indispensabile per poter andare avanti nella trattativa. Martedì due nostri emissari saranno ad Avellino per controllare la situazione dei debiti fuori bilanci. Se le verifiche daranno esito positivo, sarà subito nominato un nuovo amministratore congiunto. E nella giornata di giovedì potrei venire io personalmente ad Avellino”.

Qualche mese fa furono proprio i debiti fuori bilancio a far raffreddare l’interesse di Michele Gubitosa, neo parlamentare del Movimento 5 Stelle, che decise di interrompere qualsiasi forma di trattativa con Walter Taccone. Farà lo stesso anche la Italpol? In città cresce la paura: se anche quest’altro accordo dovesse saltare, che futuro si prospetterebbe per l’Us Avellino? Ormai la fiducia nell’attuale dirigenza è ai minimi storici.

Convocazioni Italia Under 20, c’è anche Marchizza

Pro Vercelli-Avellino, Novellino: “Da qui in poi ogni gara è importante”