CEZ Nymburk-Sidigas Avellino: il Lupo deve tornare ad ululare

Dopo che nelle ultime due partite (tra campionato e coppa)  il Lupo della Sidigas Scandone Avellino non ha fatto sentire il suo temibile ululato è giunto il momento che lo rifaccia, l’occasione è di quelle da non fallire, la sfida che si disputerà nella terra dell’autore del: “L’Immortale”, la sfida dello Sportovni Hala  contro il  CEZ Nymburk che si disputerà alle 18 e 30.

Partita che la Scandone non può assolutamente fallire, perché vincere vorrebbe dire avvicinarsi al tanto agognato paradiso della Champions League, mentre perdere vorrebbe dire avvicinarsi al tanto temuto inferno di questa competizione.

Vincere però non sarà per nulla facile, perché il Nymburk è squadra tosta e difficile da affrontare, la quale è letteralmente cambiata in meglio da quando è arrivato la Guardia-Play polacca Dardan Berisha, cestista in grado sia di mettersi in proprio e sia di mandare a canestro i propri compagni.

Il CEZ predilige transizioni veloci, il cosiddetto contropiede primario, difatti approfittando degli errori in fase offensiva delle squadre avversarie, vanno poi spesso al tiro nei primi 8 secondi delle loro azioni. La Sidigas dovrà essere quindi brava a non perdere palloni banali, oltre ovviamente a difendere con grande attenzione; infine se non del tutto determinante, sarà comunque importantissimo il controlla dei ritmi, con la Scandone che a nostro avviso dovrà essere brava a rallentarli.

Che il Lupo torni ad ululare, perché l’occasione è di quelle da non fallire.

Pubblicato da Raffaele Ciriello

Nato il 2 maggio 1987 ha conosciuto questo sito giornalistico grazie ad un suo carissimo amico (anche lui collaboratore del sito).

Ama definirsi: "Destista"

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Calciomercato Serie B, Notizie e Trattative del 23 gennaio 2018

Paghera-Brescia, accordo più vicino