Cremonese-Avellino, Arini: “Per me partita particolare”

Mariano Arini, centrocampista della Cremonese, ex giocatore dell’Avellino è stato intervistato da Sport Channel 214 prima della sfida di domenica sera contro la sua ex squadra, oltre a quella di Attilio Tesser e di Benjamin Mokulu, valevole per la seconda giornata del Campionato di Serie B 2017-18.

La sua intervista comincia con un ricordo di questa squadra, dove è stato dal 2013 al 2016, collezionando, complessivamente, 119 presenze ed 11 reti: “Per me è una partita molto particolare. Conservo ricordi meravigliosi di questa società e della sua città“.

Inoltre, sull’Avellino guidato da Walter Novellino, ha aggiunto: “Rispetto all’anno scorso son o partiti molto bene. Hanno cambiato poco rispetto alla passata stagione, a partire dal tecnico. Sarà molto difficile affrontarli domenica sera. Con il loro modo di fare ti faranno giocare male“.

Su quali saranno gli obiettivi, non solo dell’Avellino, ma anche della sua attuale squadra, ha così commentato: “E’ presto per poter parlare di obiettivi. Sarà soltanto il tempo a decidere quale sarà il cammino, sia dell’Avellino che della Cremonese“.

Poi Arini ha così concluso: “Prima che iniziasse il campionato, ho avuto modo di parlare con Luigi Castaldo, ma fino alla gara di domenica sera non sentirò nessuno, quindi li vedrò direttamente sul campo“.

Pubblicato da Alfonso Parisi

Nato nel giugno del 1990 a Bisaccia residente a Mercogliano, sin da bambino grande tifoso dell'Avellino e appassionato di calcio.

Sidigas Avellino, Alberani: “Mercato ha cambiato struttura della squadra”

Sidigas Avellino, motivi fisici dietro la mancata conferma di Green