Final Eight, Sidigas Avellino-Vanoli Cremona 82-89, pagelle: Non bastano D’Ercole, Fesenko e Rich

La Scandone è stata immediatamente eliminata

Finisce purtoppo già ai quarti di finale la corsa della Sidigas Scandone Avellino verso la conquista della Coppa Italia, finisce per aver perso col punteggio di 82 a 89 ad opera di una Vanoli Cremona, si brava ma anche ogettivamente aiutata da un arbitraggio piuttosto favorevole, va però detto che oltre al fattore arbitrale hanno inciso come un tremendo macigno anche i ben 11 tiri liberi sbagliati.

In questo immediato post partita, molti tifosi avellinesi stanno dando la colpa a coach Pino Sacripanti, qualcuno arrivando anche schifosamente ad augurare a lui e a tutta la sua famiglia tumori e paralisi. Per noi invece molte colpe le ha il ds Nicola Alberani il quale anche quest’anno come gli accade da tre anni, ha sbagliato un paio di acquisti, tra cui l’incostante Wells (sta riuscendo nella triste impresa di essere più incostante di Adonis Thomas), ma soprattutto il suo più grande errore è stato aver preso un cestista di grande scarsità ovvero Bruno Fitipaldo e a vedere come sta giocando con la maglia di Jesi Marques Green, ci salgono il magone e ci scendono le lacrime per aver preso l’uruguaiano e non aver confermato il Folletto Magico, lacrime che ci aumentano pensando anche alla mancanza di Joe Ragland.

Ecco le pagelle dei cestisti della Scandone.

Ariel Filloy 5: Non una grande partita la sua, ma fa tenerezza il modo in cui nonostante non ce la faccia tenti di dare tutto se stesso.

Lorenzo D’Ercole 8: Se c’è un colpevole per questa eliminazione certamente non lui, dato che gioca un eccellente partita.

Jason Rich 8.5: Nella seconda parte di gara si prende la squadra sulle spalle, ma pesano immensamente i ben 6 tiri liberi sbagliati.

Maarten Leunen 6: Non gioca male, ma forse avrebbe dovuto prendersi molte più responsabilità di quanto invece ha fatto.

Kyrylo Fesenko 8.5: Devastante nel primo tempo, poi gli avversari e gli arbitri lo innervosiscono.

Bruno Fitipaldo 0: Ennesima partita giocata in maniera ridicola, se la Scandone vuole davvero vincere qualcosa, deve immediatamente fare a meno di lui.

Dezmine Wells 0.5: Mezzo voto in più perché è stato bravo a prendersi un paio di falli addosso, cosa che però non ha saputo sfruttare.

Thomas Scrubb 4: Gioca male, ma forse i soli 11 minuti in campo gli hanno impedito di far meglio.

Andrea Zerini 0: Nella sua Firenze ci saremo aspettati da lui grandi cose, invece ha giocato come il suo numero di canotta.

Hamady Ndiaye 1: Gioca in maniera orrida, ma per via delle sue ottime e svariate prestazioni passate non c’è la sentiamo di mettergli 0.

Pubblicato da Raffaele Ciriello

Nato il 2 maggio 1987 ha conosciuto questo sito giornalistico grazie ad un suo carissimo amico (anche lui collaboratore del sito).

Ama definirsi: "Destista"

Avellino-Cremona 82-89, Sacripanti: “Dispiace sopratutto per i tifosi”

Venezia-Avellino, Inzaghi: “Biancoverdi puntano ai Play-Off”