Foggia-Avellino 2-1. le pagelle: Asencio abbandonato, D’Angelo ingenuo

Le pagelle dei biancoverdi dopo la sconfitta di Foggia

L’Avellino cade a Foggia. Nonostante un buon inizio, il vantaggio di Asencio e lo spirito mai domo, le tante assenze e il rosso a capitan D’Angelo costringono la squadra di Novellino a lasciare i tre punti ai pugliesi, alla seconda vittoria casalinga in campionato. Queste le pagelle dei giocatori irpini.

Radu 5 – Disattento sul gol del 2 a 1 quando esce sul cross di Gerbo senza poterci arrivare. Poteva fare meglio nell’occasione.

Ngawa 6.5 – Il migliore della linea difensiva. Salva un gol sulla linea ad inizio partita e non perde mai la concentrazione.

Migliorini 5.5 – Mezzo voto in più per la sponda ad Asencio per il vantaggio illusorio dei suoi. Dietro sbaglia due volte sul gol del pareggio.

Morero 5.5 – La linea difensiva si fa sorprendere più di una volta, con le occasioni del pareggio e del rigore sbagliato che arrivano sempre da lanci lunghi. Complice con Migliorini degli errori di posizionamento.

Marchizza 6 – Adattato come terzino sinistro, non spinge molto ma la catena con D’Angelo propone cose buone, fino a poco prima della fine del primo tempo. Dal 75esimo Moretti sv

Laverone 5,5 – Qualche scesa interessante all’inizio, poi la squadra si abbassa e ne risente anche lui. Dal 54esimo Vajushi 5,5 – Qualche spunto interessante, ma si vede ad intermittenza.

Di Tacchio 6 – Geometra del centrocampo, pennella un paio di buone posizioni in mezzo all’area, da cui nasce anche il gol del vantaggio. Non molla fino all’ultimo.

De Risio 5,5 – Meno ordinato del compagno di reparto, si trova spesso fuori posizione e deve pensare a rincorrere gli avversari.

D’Angelo 4,5 – E’ il minuto 43, D’Angelo tutto solo servito da Marchizza, ha il tempo necessario per crossare in mezzo. Il passaggio arretrato per Molina è errato. Capovolgimento di fronte, neanche un minuto dopo si perde Gerbo sulla destra, lo stende in area e viene espulso. Lascia i suoi in 10 e la partita finisce.

Molina 6.5 – Il migliore insieme a Ngawa. Sempre attivo, tanta corsa, prova anche in contropiede quando l’Avellino resta in 10. Esce stremato. Dal 59esimo Falasco 5,5 – Ha caratteristiche meno offensive di Molina e si vede, dà una mano dietro.

Asencio 6.5 – Segna un gran bel gol dopo 12 minuti, si muove bene là davanti. Ma è troppo solo e quando i lupi restano in 10 ha poco da fare.

Novellino 6 – Nulla da dirgli. Aveva davvero poco materiale a disposizione, i suoi cominciano anche bene ma sul lungo la squadra si perde e non ha soluzioni per cambiare qualcosa.

 

Serie B, risultati 24a giornata: Frosinone da sola in testa

Foggia-Avellino 2-1, Stroppa: “Non è stato facile vincere oggi”