Gubitosa: “Incontro inutile, Ferullo aveva già firmato”

Telefonata rivelazione di Michele Gubitosa, intervenuto nel corso della trasmissione Linea Verde Sport: “Ci sono rimasto male quando ho appreso che Ferullo aveva già firmato il 24 ottobre scorso…”

L’Avellino (Società e squadra) appare sempre più una polveriera, una mina pronta ad esplodere da un momento all’altro senza lasciar prevedere i prossimi scenari. L’ex Presidente onorario dei lupi è stato un fiume in piena, confermando l’incontro odierno voluto da Massimiliano Taccone e asserendo che la gestione della società ad oggi prevederebbe un impegno di 14 milioni di euro, data la situazione debitoria (10 milioni circa) e la liquidazione dei soci attualmente presenti. Cifra che ha spaventato Gubitosa, come dichiarato da D’Aliasi proprio oggi. “Al momento questa cifra non posso permettermela” sono state le parole dell’imprenditore di Montemiletto, il quale però ha espresso la sua grande amarezza per il fatto che Angelo Ferullo pare sia entrato come socio di minoranza già lo scorso 24 ottobre e non solo oggi come appreso da tutti. 

“La cosa mi ha ferito” ha detto il numero uno del gruppo HS, “e quando l’ho chiesto a Massimiliano Taccone non ha saputo rispondermi tant’è che l’ho tolto io dall’imbarazzo”. Ha poi concluso il suo intervento dicendo che i rapporti tra lui e la famiglia Taccone sono ottimi e che lui per ora non può far altro che fare il tifo per l’Avellino.

Dopo un concitato botta e risposta e accavallarsi di voci dei presentatori del programma e di Gubitosa, ecco la telefonata di richiesta chiarimenti a Taccone jr. da parte dei due conduttori. Il direttore generale ha dichiarato che le cifre citate da Gubitosa non sono quelle vere, ma mancano alcuni crediti e altre entrare.

Gubitosa: “Avellino ha debiti per 10 milioni di euro”

Max Taccone: “Debiti? Non sono quelli, ci sono anche i crediti”