Max Taccone: “Debiti? Non sono quelli, ci sono anche i crediti”

“I debiti? Non sono quelli indicati da Gubitosa, ci sono anche i crediti”. Così Massimiliano Taccone intervenendo a Linea Verde Sport, in replica alle affermazioni di Gubitosa, sempre nella stessa trasmissione, il quale aveva parlato di una massa debitoria per l’Avellino di 10 milioni di euro.

Ecco le parole di Taccone in sintesi: “Non è che non sapevo della trattativa con Ferullo, c’era l’opzione del 15% che poi è si è verificata. La mia chiamata a Gubitosa è stata fatta perché lui in un altra emittente aveva fatto intendere di volere acquisire una quota dell’Avellino, e noi avremmo preferito vendere a un imprenditore locale”.

Quindi sulle cifre di cui ha parlato Gubitosa: “I debiti non sono quelli, comunque ci sono anche dei crediti che ancora dobbiamo incassare, si deve stare attenti quando si parla di queste cose, altrimenti si mettono in difficoltà le persone”.

Su Ferullo: Confermo che è entrato, ma non si occuperà della Primavera. Tra l’altro è andato via Iandolo ed è arrivato Tudisco”.

Chiude: “La situazione è sotto controllo, non abbiamo mai avuto problemi a livello patrimoniale con gli organismi di controllo, noi siamo gli unici responsabili e penso che fino ad oggi la famiglia Taccone ha dimostrato la sua serietà”.

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Gubitosa: “Incontro inutile, Ferullo aveva già firmato”

Aris Salonicco-Scandone Avellino, furia dei biancoverdi contro gli arbitri