Migliori Marcatori Avellino Calcio: Castaldo a 47 come Del Gaudio

Da Diaz a De Angelis, passando per Cesero, Mujesan, Millesi e Fresta. Continua a “mietere vittime” Luigi Castaldo che contro l’Entella realizza la sua seconda rete in campionato. Il secondo sigillo stagionale, infatti, permette al bomber di Giugliano di agguantare un altro storico attaccante dell’Avellino: Ferdinando Del Gaudio. Per tutti era “Nando gol”, nato ad Avellino, ma in Irpinia ci arrivò dopo le ventotto reti realizzate con la maglia del Termoli. La prima stagione in maglia biancoverde fu da incorniciare: 20 reti nell’allora IV serie. Dopo due anni nella Salernitana, ritorna a vestire la maglia verde nel campionato 59/60. Altre quattro stagioni tra gioie (una promozione dalla D alla C, 1961/62, con all’attivo 19 reti) e dolori (due retrocessioni in D, 1960/61 e 1962/63), prima di dire addio alla maglia verde dopo aver realizzato la bellezza di 47 reti. All’epoca le marcature non si contavano: la stima, infatti, non è ufficiale; tant’è che si parla di oltre 60 reti realizzate. Con la rete all’Entella, invece, arriva la realizzazione numero 47 con la casacca dell’Avellino per Castaldo: 43 in campionato (11 rigori), 3 in Coppa Italia e 1 in Supercoppa di Lega Pro. Prossimo obiettivo a quota 50: Livio Gennari. Avanti un altro.

del gaudio
Del Gaudio

RIVIVI LA STORIA DELL’AVELLINO CALCIO
CON LA RUBRICA AMARCORD 1912

Pubblicato da Stefano D'Argenio

Mi chiamo Stefano D’Argenio, sono nato ad Avellino il 17 dicembre 1981. Appassionato di calcio, seguo le sorti dell’Avellino da più di vent'anni, collezionando nel tempo qualsiasi cosa riguardasse la squadra (articoli, foto, video). La passione in tutti questi anni non è mai diminuita, anzi mi ha portato a creare una pagina “Storia dell’Avellino calcio” che è attiva su facebook.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Avellino-Entella 2-0, Aglietti: “Partita equilibrata”

Avellino-Entella 2-0, Taccone: “Mercato? Regalo di Natale…”