Money Gate, il Video del Processo su Catanzaro-Avellino

Si è svolto questa mattina la prima udienza del processo Money Gate su Catanzaro-Avellino. Grazie ad Avellinotv è stato possibile vedere le immagini in diretta dell’udienza di primo grado che si è svolta a Roma. Come era ampiamente previsto, per l’Avellino è stata chiesta la retrocessione all’ultimo posto e la penalizzazione di tre punti da scontare l’anno successivo. Di seguito, il nostro racconto in tempo reale

IL PROCESSO MONEY GATE IN DIRETTA

ORE 11.19: L’udienza si conclude con l’intervento dell’attuale presidente del Catanzaro

ORE 11.13: Chiesta anche la retrocessione del Catanzaro e tre punti di penalizzazione per la stagione successiva

ORE 11.08: Inizia subito la replica dell’avvocato Chiacchio, il quale afferma: “Sono tranquillo perché ho studiato le sentenze del TFN, su tutte quella sul caso Atalanta riguardante Doni rispetto al quale avete dichiarato che non esistono prove né riferimenti per procedere ad una condanna, per cui non posso che chiedere il proscioglimento”.

ORE 11.08: Per l’Avellino chiesta la RETROCESSIONE e TRE PUNTI DI PENALIZZAZIONE per l’anno successivo, per la pluralità dei soggetti coinvolti

ORE 11.04 Per Marco Pecora, altro dirigente del Catanzaro, vengono chiesti 6 mesi di inibizione e 30.000 euro di ammenda

ORE 11.02: Per la signora Muscatelli, moglie del presidente del Catanzaro, vengono chiesti 6 mesi per l’omessa denuncia e 30.000 euro di ammenda

ORE 10.57: Per Russotto, calciatore del Catanzaro che secondo l’accusa avrebbe sbagliato due gol volontariamente, sono chiesti tre anni di squalifica

ORE 10.51: L’accusa replica come Ambra Cosentino sia stata convocata due volte ma non si sia presentata. Vengono chiesti per Ortoli 4 anni di inibizione

ORE 10.40: Inizia la replica dell’avvocato di Cosentino, che chiede l’improcedibilità del deferimento poiché Ambra Cosentino, vice-presidente del Catanzaro, non è stata ascoltata dalla Procura

ORE 10.37: Ora inizia l’arringa dell’accusa contro il presidente Cosentino. La procura fa presente come lo sfogo di Cosentino sia rivolta totalmente contro l’Avellino. Per lui chiesti 5 anni di inibizione e 90.000 euro di squalifica, di cui 20.000 per il pagamento in nero dell’allenatore

ORE 10.32: Inizia la replica dell’avvocato di De Vito, Cozzone, che afferma come in tutte le telefonate del presidente Cosentino non ci sia alcun riferimento a De Vito e Taccone. Chiede quindi il totale proscioglimento dell’avvocato De Vito, oltre all’eccezione preliminare per Ambra Cosentino.

ORE 10.29: Per De Vito sono chiesti 4 anni e 60.000 euro di ammenda

ORE 10.24: Parla il presidente Taccone, che dichiara come avesse conosciuto il presidente Cosentino solo pochi minuti prima della partita Catanzaro-Avellino. Afferma poi di capire le esternazioni del presidente Cosentino subito dopo la partita (quelle finite sotto accusa), ma che queste non possono mettere in dubbio l’onestà della società irpina.

ORE 10:20: Inizia a parlare l’avvocato Massaro, legale di Taccone, che chiede l’assoluzione del patron per mancanza di prove

ORE 10.00: Apre il dibattimento l’avvocato dell’accusa, che chiede per Taccone 5 anni di inibizione e 70.000 euro di ammenda.

Processo Catanzaro-Avellino: Udienza di primo grado

In differita da Roma l'udienza di primo grado sul caso Catanzaro

Posted by AVELLINOTV on Freitag, 15. Dezember 2017

Pubblicato da Pietro Freda

Nato negli anni mitici della Serie A..sono da sempre grande tifoso dei lupi, che seguo dal 1995, anno del mio esordio al Partenio in un Avellino-Verona 0-1. Concilio questa passione con la scrittura sul web.

Cosa ne pensi?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

Money Gate, Chiacchio: “Bisogna essere scrupolosi e attenti”

Money Gate, per l’Avellino chiesta la retrocessione