Novellino, da profeta in patria a capro espiatorio

Ecco il rendimento complessivo del tecnico di Montemarano sulla panchina dei lupi

Da profeta in patria a capro espiatorio. Si può definire così, in poche parole, la permanenza sulla panchina dell’Avellino di Walter Novellino che, in questi ultimi istanti, è stato esonerato dopo la pesante sconfitta di ieri pomeriggio, a Pasquetta, in casa contro il Bari per 2-1. Ora sarà Claudio Foscarini a guidare i lupi.

RENDIMENTO DI NOVELLINO SULLA PANCHINA DEI LUPI

Nato a Montemarano il 4 giugno del 1953, approda ad Avellino il 28 novembre del 2016 prendendo il posto di Domenico Toscano, esonerato dopo la pesante sconfitta per 3-0 in casa del Cesena. Debutta sulla panchina dei lupi il 3 dicembre del 2016, al Partenio-Lombardi, contro l’Ascoli, incassando la prima sconfitta per 2-1.

Dopo il pari con il Benevento per 1-1 e la sconfitta di Bari per 2-1, il 24 dicembre ottiene la sua prima vittoria per 3-2 nel derby casalingo contro la Salernitana. Successo che apre un ciclo di noce risultati utili di fila. Andamento che viene chiuso con la sconfitta interna per 5-0 contro il Perugia. Da dopo quel match, il tecnico dovrà lottare fino all’ultima giornata per conquistare la fatidica permanenza in cadetteria. Arriva all’ultima giornata della Serie B 2016-17, battendo per 2-1, in rimonta al Partenio, il già retrocesso Latina che, qualche giorno dopo, fallirà.

Dopo la salvezza conquistata all’ultimo respiro, prima dell’inizio della nuova stagione, il tecnico firma un rinnovo di contratto che lo legava al club per altre due stagioni, ovvero fino al giugno del 2019. Stagione 2017-18 che comincia il 6 agosto 2017 quando, con la rete di D’Angelo, elimina al Secondo Turno di Coppa Italia il Matera per 1-0. Cammino che termina al Terzo Turno con l’eliminazione, per 3-1, contro il Verona.

Il 26 agosto 2017 ha un ottimo debutto in Serie B battendo, in casa, per 2-1 il Brescia. Un ottimo inizio per la formazione biancoverde con media da Play-Off che la mantiene fino alla gara interna contro l’Empoli, vinta per 3-2 dopo lo svantaggio iniziale di 0-2. Da lì in poi, la stagione si mette in salita. Da lì arrivano tre sconfitte di fila di cui, la seconda, è quella che ha fatto infuriare il popolo biancoverde, ovvero quella in casa contro la Salernitana il 15 ottobre quando, in vantaggio per 2-0, si fa rimontare fino al 3-2 finale. Questa è una delle tante rimonte subite in questa stagione.

Da dopo la vittoria contro l’Empoli, nelle successive 26 gare, l’Avellino ha vinto soltanto quattro volte, contro la Pro Vercelli per 1-0, contro la Ternana per 2-1, che ha chiuso un ciclo negative di nove gare senza vittorie, contro il Brescia per 3-2 al Rigamonti e contro il Novara per 2-1. Poi sono arrivare, complessivamente, 11 pareggi e 11 sconfitte, di cui le ultime due, ovvero contro il Parma e contro il Bari per 2-1 sono quelle le gocce che hanno fatto traboccare il vaso.

In questa stagione, sicuramente, ha influito anche qualche problema in più, a cominciare dagli infortuni. Due sopratutto quelli più pesanti, il primo è sicuramente quello di Leonardo Morosini, avuto durante il match interno contro l’Empoli e che lo ha costretto a saltare gran parte della stagione, poi c’è stato quello a Frosinone di Richard Lasik. Poi, non aver avuto a disposizione molti giocatori durante questo periodo ha influito un po’ anche sul suo rendimento. Un fattore extracalcistico, invece, è il fatto anche della presunta combine con il Catanzaro del 2013 il quale, il prossimo 11 aprile, ci sarà la sentenza di secondo grado e si vedrà su i biancoverdi saranno assolti o meno.

NOVELLINO IN CIFRE SULLA PANCHINA DEI LUPI

  • PARTITE: 61
  • VITTORIE: 18
  • PAREGGI: 21
  • SCONFITTE: 22
  • PUNTI: 75
  • GOL FATTI: 74
  • GOL SUBITI: 85
  • MEDIA PUNTI: 1.23 a partita
  • PARTITE GIOCATE IN CASA: 31
  • VITTORIE IN CASA: 13
  • PAREGGI IN CASA: 10
  • SCONFITTE IN CASA: 8
  • PUNTI IN CASA: 49
  • MEDIA PUNTI IN CASA: 1.58 a partita
  • PARTITE IN TRASFERTA: 30
  • VITTORIE IN TRASFERTA: 5
  • PAREGGI IN TRASFERTA: 9
  • SCONFITTE IN TRASFERTA: 16
  • PUNTI IN TRASFERTA: 24
  • MEDIA PUNTI IN TRASFERTA: 0.8 a partita
  • MEDIA PUNTI STAGIONE 2016/2017: 1,38
  • MEDIA PUNTI STAGIONE 2017/2018: 1,12
  • MIGLIOR SUCCESSO: Avellino-Foggia 5-1 (9 settembre 2017)
  • PEGGIOR SCONFITTA: Avellino-Perugia 0-5 (4 marzo 2017)

Pubblicato da Alfonso Parisi

Nato nel giugno del 1990 a Bisaccia residente a Mercogliano, sin da bambino grande tifoso dell'Avellino e appassionato di calcio.

Foscarini nuovo allenatore dell’Avellino, è Ufficiale

Nuovo Allenatore Avellino, anche l’ex Turone nello staff